tv

Morte David Rossi, pm Siena incastra testa inviato Iene nello sportello dell’auto VIDEO

testa-iene-sportello

Morte David Rossi, pm Siena incastra la testa dell’inviato delle Iene nello sportello dell’auto

SIENA – “Perché non avete mai acquisito le telecamere della banca?” A chiederlo è l’inviato de Le Iene  Antonino Monteleone al pm di Siena, Nicola Marini, magistrato di turno che era in servizio la tragica sera in cui ha perso la vita David Rossi,  l’ex capo comunicazione di banca Mps, morto il 6 marzo 2013 dopo essere precipitato dalla finestra del suo ufficio a Siena.

“Andate dal procuratore”,è la risposta del magistrato senese. Monteleone lo blocca mentre il pm sta salendo in auto: Marini chiude la porta e schiaccia la testa dell’inviato de Le Iene per qualche secondo (il video del servizio visibile cliccando qui).

La procura di Siena ha intanto fatto sapere di aver aperto due fascicoli modello 45, ovvero quello relativo a fatti non costituenti notizia di reato, a seguito di nuovi elementi e testimonianze riportati da stampa e tv in relazione alla morte di Rossi. I due fascicoli sono finalizzati ad accertare se esistono elementi concreti che possano portare alla riapertura dell’inchiesta sulla morte di Rossi, archiviata per due volte come suicidio.

Gli ex vertici di Monte dei Paschi di Siena ma anche le segretarie e alcuni imprenditori. La lista non è ancora completa, ma i primi nomi messi nero su bianco dalla procura di Genova imprimono una accelerata all’inchiesta aperta all’indomani delle dichiarazioni dell’ex sindaco di Siena, Pierluigi Piccini. Dichiarazioni rilasciate durante la puntata delle Iene dedicata alla morte di David Rossi, avvenuta quando era capo comunicazione Mps. Piccini, nell’intervista, aveva detto di aver saputo di ‘festini’ ai quali avrebbero partecipato importanti personaggi della magistratura e della politica.

 

To Top