Deborah Sciacquatori, procuratore a Chi l’ha Visto?: “Non è colpa sua, non può andare in carcere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 maggio 2019 0:59 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2019 8:59
Deborah Sciacquatori, procuratore a Chi l'ha visto?: no al carcere

Deborah Sciacquatori, procuratore a Chi l’ha Visto?: “Non può andare in carcere, colpa delle istituzioni”

ROMA – Deborah Sciacquatori non deve andare in carcere. A dirlo a Chi l’ha Visto? è il procuratore che si occupa del caso della giovane di 19 anni che ha ucciso il padre a coltellate a Monterotondo per difendere la madre dall’ennesima aggressione. “Non abbiamo fatto abbastanza”, ha detto il procuratore di Tivoli.

L’episodio risale a domenica 19 maggio, quando Deborah ha colpito a morte il padre che da tempo picchiava la sua famiglia. Le accuse nei confronti della ragazza sono state derubricate da omicidio volontario a eccesso colposo di legittima difesa. L’uomo era stato denunciato più volte per maltrattamenti, ma questo non lo aveva mai fermato nell’aggredire la moglie e la figlia, soprattutto quando era sotto l’effetto dell’alcol.

Intervistato da Chi l’ha Visto?, il procuratore Francesco Menditto ha commentato: “Io come procuratore mi rammarico di non aver fatto abbastanza. Le istituzioni devono dare fiducia perché le donne hanno paura di denunciare. Se si sente litigare bisogna intervenire. Un terzo delle donne subisce violenza”.

5 x 1000