Diahann Carroll, morta attrice apripista delle star di colore: da Dinasty a Grey’s Anatomy

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Ottobre 2019 8:43 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2019 8:43
Diahann Carroll morta Grey's Anatomy

L’attrice Diahann Carroll (Foto archivio ANSA)

NEW YORK – Diahann Carroll è morta nella sua casa di Los Angeles a 84 anni. L’attrice nera fece da apripista per altre star di colore, recitando in ruoli diversi dai solito affidati agli afroamericani nelle serie televisive, come Julia e Dynasty. L’interpretazione di Claudine le valse anche una candidatura agli Oscar e tra le ultime esperienze ha partecipato a Grey’s Anatomy.

La Carroll era già famosa nei night di Las Vegas e per ruoli in musical di Broadway e Hollywood come Carmen Jones e Porgy and Bess, quando alla fine degli ani Sessanta fu avvicinata dalla Nbc per la parte della protagonista di Julia. Inizialmente aveva rifiutato. “Non pensavo che sarebbe andata da nessuna parte”, aveva detto anni dopo.

Diahann, aveva cambiato idea dopo aver appreso che lo sceneggiatore della serie, Hal Kanter, pensava che fosse troppo bella per il ruolo. Aveva modificato il taglio di capelli, memorizzato il copione e lo aveva convinto a affidarle il ruolo. Come avrebbe fatto anni dopo il comico Bill Cosby sfidando le convenzioni della razza in tv, Diahann Carroll, divenne così la prima afro-americana in una parte da protagonista non tradizionale in una serie di prime time.

Nel 1974 ha interpretato il film Claudine con James Earl Jones, che le vale una nomination agli Oscar e ai Golden Globe. La sua popolarità aumenta ancora nel 1984, quando entra nella soap opera Dinasty col personaggio di Dominique. Nel 1990 le viene attribuita una stella sulla Hollywood Walk of Fame, mentre nel 2003 riceve il Tv Land Award alla carriera.

Tra il 2006 e il 2007 è stata nel cast di Grey’s Anatomy, dove interpretava la madre del dottor Preston Burke, fidanzato di Cristina Yang. Un ruolo che le è valso la quinta nomination agli Emmy. L’ultima apparizione televisiva è del 2009 in White Collar – fascino criminale, dove interpreta la ricca vedova June, ricevendo nel 2012 la nomination agli Image Award come miglior attrice non protagonista. (Fonte ANSA)