Domenica In, Antonino Cannavacciuolo: “Sono un padre assente”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 maggio 2019 8:12 | Ultimo aggiornamento: 6 maggio 2019 8:12
Domenica In, Antonino Cannavacciuolo: "Sono un padre assente"

Domenica In, Antonino Cannavacciuolo: “Sono un padre assente”

ROMA – Intervistato da “Domenica In”, ospite nel salotto di Mara Venier, Antonino Cannavacciuolo, uno degli chef più famosi d’Italia, rivela:

“Mia nonna è scomparsa più di 25 anni fa, ma per me è sempre presente. Alzo lo sguardo verso di lei sempre, anche ora prima di entrare in studio. Lei era una persona che faceva bene a tutti.” Cannavacciuolo racconta l’origine della sua passione per la cucina: “Mi deriva da mio padre, che vedevo cucinare. E’ un lavoro creativo, puoi far star bene la gente e puoi girare il mondo. Non vorrei fare altro”.

Ricordando i suo impegno ventennale a “Villa Crespi” rivela: “Non lo rifarei. A 23 anni un ragazzo deve vivere la vita, io ho pensato troppo al lavoro, dalla mattina alla sera. Oggi i 20 anni sono passati”.

Ma oltre alla carriera c’è la famiglia. E a proposito dei figli, Cannavacciuolo spiega: “Sono un padre assente, oggi è il compleanno di mia figlia Elisa e io sono qui.” “Prenditi il tempo per stare con i tuoi figli. Hai avuto tutto, hai successo. Piccoli così poi non saranno più te li devi godere.” Il consiglio della Venier allo chef. “Tu stai scavando proprio dentro” le risponde Cannavacciuolo commosso. “Corri dai tuoi figli, vai a festeggiare” dice ancora la Venier. Fonte: Domenica In.