Domenica In, Bugo su Morgan a Sanremo 2020: “Turbato dagli insulti, fatica riviverla”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Febbraio 2020 14:59 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2020 15:24
Bugo e la sua verità su Morgan a Sanremo: intervista a Domenica In

Bugo e la sua verità su Morgan a Sanremo: intervista a Domenica In (Frame da Rai)

ROMA – Bugo ospite di Mara Venier a Domenica In racconta la sua verità sulla discussione con Morgan al Festival di Sanremo. Il cantautore che il palco del teatro dell’Ariston l’ha abbandonato in diretta, con tanto di squalifica, spiega i suoi motivi: “Ero turbato dal testo cambiato con gli insulti, faccio fatico a riviverla”.

Bugo è apparso molto turbato durante l’intervista con la Venier e ha spiegato: “Ero piuttosto turbato, emotivamente, non si può arrivare a un livello tale. Già cambiare il testo…poi con gli insulti. Faccio fatica a riviverla. Come amici si litiga…”. 

 Anche Francesco Facchinetti, tra gli ospiti dello speciale della Venier, ha spiegato: “Mi dispiace la mancanza di rispetto tale nei confronti di un amico. Poteva esagerare, lo fa sempre, ma ho sentito esclamazioni brutte nei tuoi confronti, non bisogna superare il limite, lui lo ha superato, hai fatto la cosa peggiore”.

Anche per Selvaggia Lucarelli il comportamento di Morgan è indifendibile: “Non riesco ad assolverti del tutto. Morgan ha una serialità nota e conosciuta. Non credo che lui inciampi sempre in persone persecutorie. Ha lavorato con Maria e se ne è andato, a X Factor ha sbattuto la porta, problemi col Fisco…a te che è venuto in mente di chiamare Morgan?”.

Il cantautore allora risponde a Selvaggia: “La canzone era solo cantata da me. Avevo una canzone pronta, secondo me mancava qualcosa, la sua voce pensavo fosse perfetta. La cosa bella, per me, è stato proprio il Bugo/Morgan. Torno con un singolo dove inizia lui a cantare, per farti capire che l’ho fatto con una persona che in passato possa aver avuto problemi col suo carattere, ho la stima per lui, iniziamo un progetto e mi prendo tutti i rischi. Non farlo solo perché lui è Morgan mi sembra una cosa brutta”.

A scatenare i problemi, come confermato anche da Morgan, è stata la serata della cover: “Mi sono reso conto che la prima partitura, terza, quarta non veniva accettata dall’orchestra”. E Dondoni ha replicato: “Morgan è dalla D’Urso, lui è qua, si portano a casa un’esposizione mediatica fortissima”.

Diversa l’opinione di Giordano, invece, “il pubblico si è reso conto di chi sia Bugo: è un ragazzo educato che viene da decenni di musica nei piccoli club. Per Morgan può esserci stata una strategia, per lui sicuramente no”. (Fonte Rai)