Domenica In, Ermal Meta racconta l’arrivo in Italia dall’Albania: “Mi sono inserito immediatamente”

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 24 febbraio 2019 17:37 | Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2019 17:37
domenica in ermal meta

Domenica In, Ermal Meta racconta l’arrivo in Italia dall’Albania: “Mi sono inserito immediatamente”

ROMA – Ermal Meta è stato uno degli ospiti di Donemica In condotta come sempre da Mara Venier. Dopo Mahmood, che ha cantato ben due volte in diretta il brano Soldi e parlato del papà egiziano, il cantautore di origini albanesi dei primi anni della sua carriera e del suo arrivo in Italia quando era bambino.

Ermal Meta nella sua intervista a Domenica In con Mara Venier ha ricordato l’esibizione con il piccolo Giuseppe, bambino di otto anni con cui ha duettato sulle note di Non mi avete fatto niente, canzone con cui ha vinto il Festival di Sanremo nel 2018 in coppia con Fabrizio Moro. Il video lo scorso anno divenne virale e fece il giro del web: “Quel bambino era lì davanti a me che suonava una nostra canzone. Non riuscivo a realizzare”, afferma l’artista.

A proposito di bambini, Ermal Meta racconta la sua grande passione per la musica sin dall’infanzia: “Ero un bambino particolare, ero una sorta di soldato, mi davo dei compiti da solo […] me li imponevo perché sapevo che per fare il musicista, per coltivare questa passione, sarebbero serviti un buon allenamento e una buona dose di pazienza”.

E così parla anche di quando arrivò in Italia dall’Albania, sbarcando in Puglia. Il cantautore afferma di non aver avuto problemi di discriminazione, anzi racconta di essersi integrato molto facilmente perché i bambini non fanno distinzioni di nazionalità: “Mi sono inserito immediatamente, i bambini non conoscono i confini che conoscono gli adulti”.

Fonte: Rai Play