Domenica In: Gianna Nannini, l’incidente alle dita che le fece diventare roca la voce

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Dicembre 2019 16:56 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2019 18:08
gianna nannini ansa

Gianna Nannini in una foto Ansa

ROMA – Gianna Nannini inervistata da Mara Venier prima che la diretta di Domenica In venisse interrotta in anticipo per dare spazio al viaggio di Papa Francesco al Santuario francescano del Presepe a Greccio.

La Nannini è una delle artiste italiane più famose: i suoi singoli e la sua anima rock sono noti a tutti. Una cosa che la rende unica è anche il suo timbro di voce graffiante ed unico. Come nasce questa voce che l’ha resa famosa e unica? Gianna, da Mara Venier racconta che quando era piccola lavorava nella pasticceria di famiglia. Un giorno, mentre stava lavorando è stata vittima di un incidente: le falangi del dito medio e dell’anulare della mano sinistra finirono nell’impasto dei dolci e vennero ritrovate solo il giorno dopo, quando era ormai troppo tardi per poter essere riattaccate.

La regina del rock italiano, in quel momento lanciò un urlo fortissimo che ha reso la sua voce roca a vita. Poi, dopo l’urlo, la Nannini svenne. 

Con il tempo, è comunque riuscita però a farsi ricostruire con delle protesi le dita in modo da poter suonare il pianoforte. In un’intervista a Che tempo che fa aveva inoltre raccontato  che con i soldi dell’assicurazione riuscì ad andare a Milano dove si esercitava al piano alla Ricordi alle 7 del mattino quando non c’era ancora nessuno. Qui venne scoperta da Mara Maionchi. 

Gianna Nannini e la figlia Penelope

Durante la diretta di Domenica In, la cantante toscana chiude la sua intervista parlando della figlia Penelope. La bambina, fin dal suo arrivo ha cambiato per sempre la vita dell’artista: “lei fa la differenza. Ha fatto nove anni, è grande. Qualche volta mi segue ai concerti”. 

Penelope, piuttosto che cantare o suonare il pianoforte come sua madre, preferisce la danza: “Balla, canta e balla, sta prendendo lezioni, balla molto bene, io sono negata, mamma quando ero piccola mi portò a danza classica, c’era una signora col bastone, mi dava il tempo. Non capivo questo bastone. Lei disse a mia mamma ‘sua figlia è negata’, ci rimasi male”.

La nascita di Penelope ha cambiato tutte le priorità della Nannini: “La maternità mi ha stravolto la vita, non ci sono più solo io, c’è lei. Viene prima in tutte le scelte che faccio. Ora è grande, ma all’inizio… Se mi dà consigli? Parecchi. L’ho allenata a dei motti, Lei è molto indipendente, l’ho abituata all’indipendenza”.

Gianna Nannini si commuove in studio

Sul finire della trasmissione, dopo aver visto un video in cui appare sua madre che parla di lei, la Nannini viene investita dall’emozione e si lascia andare ad un pianto coinvolgente.  Mara Venier, grazie alla sua consueta sensibilità, si è alzata ed ha abbracciato e baciato la cantante, Poi le ha dato un fazzoletto per fermare le lacrime.

Fonte: Domenica In