Domenica In, Isabella Ferrari parla della sua malattia: “Non sentivo più le gambe…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 ottobre 2018 18:37 | Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2018 18:37
Domenica In, Isabella Ferrari parla della sua malattia: "Non sentivo più le gambe..."

Domenica In, Isabella Ferrari parla della sua malattia: “Non sentivo più le gambe…”

ROMA – Intervistata da Mara Venier per “Domenica In”, l’attrice Isabella Ferrari ha parlato della sua malattia. Non ha voluto dire il nome della malattia (“Su Internet circolano cose terribili”) ma la Ferrari ha spiegato che si tratta di “una malattia autoimmune, rara” e che “qualche anno fa era mortale”.

“Era una mattina della festa della mamma – racconta l’attrice – mi sono svegliata e non sentivo più le gambe. Le mie gambe non sapevano dove andare, non avevo sensibilità e avevo dolori molto forti”. 

 Nella ricerca della diagnosi, quello che oggi definisce come “il periodo più difficile”, la Ferrari si è spinta lontano da Roma, ma ha poi trovato la risposta alle sue domande in una clinica non troppo lontano da casa: “è una malattia autoimmune, rara, è stato molto difficile trovarne la ragione la terapia. Non dico il nome perché su internet ci sono molte cose che fanno paura, però da qualche anno c’è una terapia buona, qualche anno fa era mortale”. In quei giorni di cure e attesa l’attrice ha rivelato di non aver mai perso la speranza: “è stato un periodo in cui ho tenuto molto duro, avevo molta forza (…) non ho mai perso la quotidianità”, ma a regalarle una nuova vita è stata la terapia: “la ricerca è stata fondamentale. A Telethon ho accettato di venire perché per me era importante”.

Nel suo racconto i primi passi nel mondo del cinema: “Sicuramente sono arrivata a fare questo mestiere un po’ per sbaglio, perché non l’ho pensato, non ho fatto delle scuole”, ricordando quella timidezza che non l’ha mai abbandonata: “in fondo fare l’attrice, mettere una maschera, ti salva. Sono ancor un po’ insicura, ma vado un po’ meglio di una volta”. 

Poi ha ricordato l’incontro con Carlo Vanzina, ripercorrendo alcune scene del film Sapore di mare: “Mi fa molta timidezza rivedermi così piccina, questo film ha fatto sognare e continua far sognare per generazioni”. E sui motivi che in passato l’hanno portata prendere le distanze dalla pellicola ha rivelato: “Ho avuto molto successo inaspettato. La gente per strada mi chiama Selvaggia e anche i film che mi arrivavano erano su quel filone lì, quindi c’è stata una ribellione a quel successo (…) ho cominciato ad andare da un’altra parte”.