Domenica In, Iva Zanicchi scherza sul Coronavirus: “Quando vedo un cinese me la do a gambe”

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Febbraio 2020 17:09 | Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio 2020 17:12
Domenica In, Iva Zanicchi scherza sul Coronavirus: "Quando vedo un cinese me la do a gambe"

Iva Zanicchi (nella foto Ansa) scherza sul Coronavirus a Domenica In

ROMA – “Quando vedo un cinese, sorrido e me la do a gambe”. Così Iva Zanicchi ospite a Domenica In scherza sul Coronavirus. Una “battutaccia”, come la stessa cantante ha ammesso poco dopo essere stata ripresa da Mara Venier. 

Lo scivolone quando Iva ha raccontato il ritorno da un suo recente viaggio: “Ero in stazione e ho sentito delle urla tremende. Una signora cinese scesa dal treno è stata fermata dagli inservienti. Non c’entrava niente poverina, ma ormai c’è la psicosi. Io quando vedo un cinese, sorrido e me la do a gambe”. A quel punto la padrona di casa ha sentito il bisogno di intervenire, invitando tutti a non discriminare la popolazione cinese. “Non vorrei che qualche cinese si fosse offeso”.

Quindi la cantante ha provato a correggere il tiro. “No ma guarda era solo una battutaccia. Io sono in un albergo a Rome e a colazione stamattina tra i tavoli c’erano trenta cinesi, io ero in un tavolino da sola eh… ma solo perché non li conoscevo”.

Tornando seria, ha poi aggiunto: “Non viaggio con la mascherina per ora e comunque non c’è da ridere perché il pericolo c’è. Lavatevi le mani e non soltanto le mani”, ha concluso. 

Poi l’intervista è virata sugli 80 anni di Iva. “Quando sono nata io – ha raccontato la Zanicchi – mia mamma era disperata, mio padre non mi ha voluto vedere per giorni, mia mamma al mio bisnonno disse: Che disgrazia, è nata un’altra femmina ed anche bruttina. Ma lui ha detto: Beh non è poi così bruttina ma questa bambina è nata di luna buona, avrà molta fortuna e andrà anche in America”.

Fonte: Domenica In

In questo articolo parliamo anche di: