Downton Abbey, morto fidanzato dell’attrice Michelle Dockery

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Dicembre 2015 18:57 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2015 18:57
Downton Abbey, morto fidanzato dell'attrice Michelle Dockery

Downton Abbey, morto fidanzato dell’attrice Michelle Dockery

LONDRA – Tragedia per Michelle Dockery, star della celebre serie tv britannica Downton Abbey. Il suo fidanzato 34enne, John Dineen, è morto dopo una lunga battaglia contro il cancro in un ospedale di Cork, in Irlanda. L’attrice inglese, che si trovava in tour negli Usa per promuovere la serie tv, è subito rientrata per stare a fianco del compagno nelle ultime sue ore di vita. I due, la cui relazione era iniziata nel 2013, avrebbero dovuto sposarsi. Un portavoce dell’attrice ha ringraziato per la vicinanza e il sostegno mostrati da molti e chiesto però il rispetto della privacy in questo momento tanto difficile.

“Downton Abbey”, la serie cult di Julian Fellowes, è al capolinea: mentre a settembre in Inghilterra ha debuttato la sesta e ultima stagione, in Italia a 18 ottobre è andata in onda la quinta. Un lungo addio per i protagonisti. Per quattro stagioni Downtown Abbey è andato in onda su Rete 4 nel periodo natalizio. Il pubblico all’estero ha continuato ad essere catturato da questa serie curata nei minimi dettagli a partire dall’ambientazione storica e dai costumi oltre che dalla trama e dai dialoghi: la domanda da porsi è perché? Ideata da Julian Fellowes, ha un cast strepitoso in cui giganteggia Maggie Smith ovvero lady Violet, contessa madre, continuando con Cora, interpretata da Elizabeth McGovern (C’era una volta in America).

Non è affatto un caso se Downton Abbey ha ricevuto fino a oggi 46 premi (ultimi, il Golden Globe a Joanne Froggatt e il SAG Award), oltre a 158 nomination, ed è stata venduta in oltre 200 Paesi. Anche se in Italia i dati non sono stati altrettanto soddisfacenti, forse perché si tratta di un prodotto troppo sofisticato, a detta di alcuni critici, per il pubblico italiano. Ma è anche vero che i Rolling Stones guardano Downton Abbey, il principe William e Kate Middleton si dicono fan, nel film Iron Man 3 c’era una scena in cui Robert Downey junior segue Downton Abbey.

“Gli uomini lo guardano quanto le donne ma se ne vergognano un po’ – dice Allen Leech, che nella serie interpreta Tom Branson, autista che, lui sì, riesce a salire la scala sociale sposando una delle tre sorelle Crawley -. Due anni fa mi fermarono al controllo passaporti ed era appena andato in onda l’episodio in cui avevo uno scontro con mia moglie. L’agente prese il mio passaporto e mi guardò a lungo, poi dal nulla mi disse: ‘Certo che ti sei comportato proprio male con tua moglie!’, poi si sentì in dovere di aggiungere: ‘Non che io guardi la serie. Sa, è mia moglie…'”.    Forse il successo planetario di Downton Abbey sta nel fatto che la serie, pur mostrando una società divisa nettamente per classi, dimostra che il cambiamento è possibile, che il progresso sociale e tecnologico è fatto di piccoli, ma ineluttabili passi.