Live – Non è la d’Urso, Fabrizio Corona e il processo: “Credo ancora nella giustizia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2020 8:29 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2020 8:30
Fabrizio Corona

Live – Non è la d’Urso, Fabrizio Corona e il processo: “Credo ancora nella giustizia”

ROMA – “Domani (lunedì 8 giugno, ndr) è una giornata importante, si decide se devo rifarmi nove mesi che avevo già fatto. Sono sereno e nonostante tutto credo nella giustizia italiana e lotto affinché mi venga riconosciuto ciò che è giusto”.

Fabrizio Corona, con un video messaggio inviato a Live – Non è la d’Urso, torna a parlare alla vigilia di una udienza.

Questa volta Corona rischia altri nove mesi.

Ma cosa è successo?

Fabrizio, spiega il suo avvocato, si è già fatto 16 mesi di galera per niente “poi è tornato libero e ha ricominciato a fare cavolate, quindi i 9 mesi che ha fatto in affidamento chiedono che non contino e quindi che devono essere scontati. Tutti sanno che che l’affidamento non si revoca se non per casi gravissimi”.

“In questo momento – racconta la mamma in studio – sono serena perché ai domiciliari Fabrizio si sta facendo curare per il problema psichiatrico che lo ha portato ad avere dei comportamenti fuori dalle righe.

Anche con me ha avuto grandi problemi conflittuali a volte mi cancellava quasi senza motivo. Come mamma mi rimprovero di non essere perfetta ma ho cercato di essere sempre molto presente.

Io vedo che ora è diverso e la mia speranza è che non torni in carcere altrimenti tutto sarebbe stato vano.

Ha una personalità bordeline ma ora grazie alle cure con una psichiatra è migliorato anche nel rapporto con tutta la famiglia e anche con il figlio è molto più responsabile”. (Live – Non è la d’Urso).