E’ morto in un incidente Damiano Russo, attore dei “Liceali”

Pubblicato il 22 ottobre 2011 18:06 | Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 2011 19:01

ROMA, 22 OTT – E’ morto a Roma il giovane attore Damiano Russo, che era rimasto gravemente ferito due giorni fa, in un incidente stradale nella Capitale.

Il giovane, che aveva recitato in serie tv come ”I Liceali”, era nato a Bari, aveva 28 anni e viveva da anni a Roma. Giovedi’ scorso, in via Prenestina, ha avuto un incidente mentre era in moto. Russo era stato trasportato all’ospedale San Giovanni, ma le sue condizioni erano gia’ gravissime.

Scoperto da Sergio Rubini che lo scelse per il ruolo di Carletto, il protagonista del suo film ‘Tutto l’amore che c’e” del 2000, Damiano Russo, l’attore barese di 28 anni, morto a Roma in un incidente stradale in moto, aveva debuttato nel cinema a 13 anni con il film ‘Io non ho la testa’ di Michele Lanubile. Con il film di Rubini aveva avuto il premio Capitello d’Oro al Sannio Film Festival e la nomination al Globo d’oro come migliore attore esordiente.

In televisione, Russo aveva debuttato nel 2001 con la fortunata serie di Rai2 ‘Compagni di scuola’ ma maggior popolarita’ era arrivata con il ruolo di Fabio Petrucci ne ‘I liceali’. Sul piccolo schermo lo abbiamo visto anche nella soap opera ‘Un posto al sole’ nel personaggio di Bruno Mainardi e poi nella miniserie ‘Il veterinario’ dove era il figlio di Gigi Proietti, in ‘Medicina generale’, ‘Ris’ e ‘Distretto di Polizia’ e nel film tv ‘La notte breve’.

Fra gli ultimi lavori, il film-tv di Canale 5 ‘Come un delfino’ di Stefano Reali, dove aveva il ruolo di Nazi. Da anni trasferito a Roma, proprio per realizzare il suo sogno di fare l’attore, Russo, nato a Bari il 26 luglio 1983, per il cinema ha recitato anche nel film ‘Nel mio amore’ con cui Susanna Tamaro ha esordito nella regia di un lungometraggio, e in ‘Una sconfinata giovinezza’ di Pupi Avati. Fra i cortometraggi da segnalare ‘Ice Cream’ di Roberto De Feo e Vito Palumbo, premiato al California Film Award.