Elisa Isoardi: “Body shaming? All’inizio ci piangevo, ora no perché mi piaccio tanto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Maggio 2020 11:52 | Ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2020 11:52
Elisa Isoardi e il body shaming: all'inizio piangevo, ma ora mi piaccio così

Elisa Isoardi e il body shaming: all’inizio piangevo, ma ora mi piaccio così (Frame da Rai)

ROMA – Elisa Isoardi parla del body shaming e di come l’ha fatta sentire durante la puntata di Vieni da me del 28 maggio.

La conduttrice de La Prova del Cuoco ed ex fidanzata di Matteo Salvini, spiega che non è stato facile accettare certi attacchi al suo aspetto fisico.

“Mi hanno detto che ho il polpaccio da cinghiale…ma viva i cinghiali”, scherza con la conduttrice Caterina Balivo.

Elisa Isoardi ha spiegato che il body shaming all’inizio la feriva e la faceva piangere, ma poi ha imparato ad amarsi.

“Ora non piango più, mi piaccio così tanto!”, ha detto alla Balivo

Non è mancato però un riferimento anche a chi “ha le spalle meno larghe delle mie e potrebbe rimanerci male”.

La Isoardi spiega: “All’inizio ci piangevo, non conoscevo lo strumento e non capivo cosa si potesse celare dietro atti inenarrabili”.

E aggiunge: “Ci sono persone che hanno perso la vita per questo, è un argomento delicato”.

Parlando del suo impegno alla conduzione de La Prova del Cuoco, non poteva mancare il tema dell’eterno confronto con Antonella Clerici.

“Il confronto c’è sempre e ci sarà sempre, ma menomale che esiste la competizione: competizione significa crescita”, dice Elisa Isoardi.

E ha aggiunto: “Sarebbe strano il contrario”.

In realtà, rivela Elisa, tra loro non c’è rivalità: “Ci sentiamo e messaggiamo: non c’è nessun problema tra noi due. Lei ovviamente non sente rivalità perché è una maestra”. (Fonte: Rai)

In questo articolo parliamo anche di: