Elisa Isoardi chiede la scorta per lo chef Natale Giunta. Gliel’hanno tolta nel 2018

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 29 marzo 2019 9:00 | Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2019 10:12
elisa isoardi ansa

Elisa Isoardi chiede la scorta per lo chef Natale Giunta. Gliel’hanno tolta nel 2018 (foto Ansa)

ROMA – A La Prova del Cuoco, il programma condotto da Elisa Isoardi sulle reti Rai, tra i partecipanti alla sfida c’è Natale Giunta. Il cuoco dal 2012 al 2018 ha vissuto sotto scorta a causa di una denuncia contro il pizzo. 

La scorta è stata recentemente revocata e Natale ha affermato di non sentirsi affatto al sicuro. Elisa Isoardi ha scelto così di scendere al suo fianco per tenere alta l’attenzione sul tema. Per farlo ha deciso di scrivere un messaggio di solidarietà su Instagram: “Forza Natale, vedrai che qualcuno se ne accorgerà e ti restituirà la tranquillità che meriti, la tua libertà è stata limitata solo per aver avuto il coraggio di denunciare. La tua integrità è un insegnamento per tutti noi”.

La conduttrice ha poi aggiunto: “Si chiede solo la possibilità di poter lavorare tranquillamente”. 

In molti hanno commentato positivamente il post.  Natale Giunta e la Isoardi hanno stretto un rapporto speciale. Alcune settimane fa lo chef siciliano ha fatto una sorpresa alla Isoardi, rivelando in diretta che si sarebbe sposato e invitando la conduttrice al suo matrimonio. La notizia ha fatto piangere la Isoardi in diretta. 

Lo chef siciliano lotta da anni contro mafia e pizzo ed è divenuto simbolo di legalità. Nel 2012 denunciò e fece arrestare chi gli chiedeva il pizzo e da allora è stato messo sotto scorta.

Questa protezione però gli è stata revocata nel 2018 nonostante le minacce alla sua persona non si fossero mai del tutto esaurite. Giunta ha infatti ricevuto buste con proiettili e lettere minatorie ed ha più volte detto di continuare a vivere con la paura. 

Fonte: Instagram

Elisa Isoardi chiede la scorta per lo chef Natale Giunta

Elisa Isoardi chiede la scorta per lo chef Natale Giunta. Gliel’hanno tolta nel 2018