Emilio Fede, Mediaset gli toglie casa gratis e 27mila al mese. Un bluff di troppo?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 novembre 2014 11:30 | Ultimo aggiornamento: 5 novembre 2014 11:41
Emilio Fede, un bluff di troppo. Mediaset gli toglie casa gratis e 27mila al mese

Emilio Fede, un bluff di troppo. Mediaset gli toglie casa gratis e 27mila al mese

ROMA – Emilio Fede, Mediaset gli toglie casa gratis e 27mila al mese. Un bluff di troppo? Per uno abituato come lui abituato ai tavoli da poker, anche a 83 anni troverà la forza di rimettersi dopo l’ultimo fatale bluff. Il giocatore è Emilio Fede. Mediaset lo ha scaricato con una raccomandata del 30 ottobre (fonte La Stampa).

Contratto di consulenza editoriale rescisso, deve dire addio ai 27mila euro mensili di stipendio, deve lasciare il lussuoso appartamento a Milano 2 che l’azienda gli forniva gratis, rinunciare ai due autisti, ricominciare a pagarsi da solo le bollette, l’ufficio, la segretaria.

L’ultimo bluff è legato al presunto ricatto nei confronti dei vertici Mediaset per un falso fotomontaggio a luci rosse con oggetto il direttore generale dell’informazione del gruppo Mauro Crippa in compagnia di un transessuale.

Un ricatto ipotizza ora la Procura (la vicenda risale al primo clamoroso licenziamento nel 2010 di Fede, prima che Berlusconi non intervenisse di persona restituendogli un contratto). Fede oggi ha smentito l’ultima lettera di licenziamento, La Stampa però ne ha rivelato data, contenuto e immediata esecuzione del provvedimento.

Sul fotomontaggio invece si è giustificato affermando che non di ricatto si trattava ma di opera buona visto che si sarebbe limitato a ritirare dal mercato le fotografie compromettenti a tutela dell’immagine dei colleghi del gruppo.

Finora Rti (la concessionaria Mediaset) non è intervenuta penalmente ma si riserva, qualora si giunga a un dibattimento, di costituirsi parte civile. Nel frattempo, a dispetto dell’ultimo oneroso contratto, Fede non era mai stato mandato in onda.