Emilio Solfrizzi a Vieni da Me: “Sul set di Tutti pazzi per amore…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Marzo 2020 14:23 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2020 16:10
Emilio Solfrizzi a Vieni da Me: "Sul set di Tutti pazzi per amore..."

Emilio Solfrizzi a Vieni da Me: “Sul set di Tutti pazzi per amore…”

ROMA – Emilio Solfrizzi è stato ospite di Vieni da Me nella puntata di oggi, venerdì 6 marzo. L’attore, intervistato da Caterina Balivo, ha aperto i cassetti della sua memoria, raccontando storie di vita privata e professionale.

Si parte dall’infanzia: “Il mio ultimo spettacolo a teatro parla di un numero 2 del tennis. Se so giocare a tennis? Io vengo da un quartiere di un Bari dove siamo nati col pallone sotto il braccio. Ho fatto il liceo classico, dove ero molto bravo in Latino. Nella mia scuola c’era pure un teatro, dove ho iniziato a muovere i primi passi”. L’arrivo a Roma e l’esordio in un programma di Carlo Conti: “Cantavo delle cover, meglio, delle ri-cover”.

“Ho un ricordo meraviglioso della mia scuola, che era vicino al mare: un periodo bellissimo. Ma io ho avuto un’infanzia e un’adolescenza felice, con una famiglia allegra”, ha aggiunto Solfrizzi. “Ho sconfitto il bullismo con l’ironia. Me la sono vista da solo, è stato un grande successo della mia vita. Io ho iniziato a sfotterlo, lo imitavo e facevo ridere i suoi amici: con lo scherno ha iniziato a ridere anche lui ed ha capito che non era meglio mettersi sotto le grinfie di chi poteva vedere le sue debolezze”.

Su “Tutti pazzi per amore”, la serie tv che ebbe un grande successo tra il 2008 e il 2012: “Abbiamo fatto tre serie meravigliose. Litigi sul set? Con nessuno, non sono il tipo. Le molte scene dove ballavo? Ho solo imparato a muovermi a tempo (ride, ndr)”. 

 

In questo articolo parliamo anche di: