Emma Dalla Benetta, la maestra tentatrice di Temptation Island Vip. La Regione Veneto accusa: “Ruolo squallido”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2018 12:58 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2018 12:58
emma dalla benetta

Emma Dalla Benetta, la maestra tentatrice di Temptation Island Vip. La Regione Veneto accusa: “Ruolo squallido”

È polemica sulla partecipazione di Emma Dalla Benetta, la 29enne insegnante di Arzignano, in provincia di Vicenza, nella trasmissione Temptation Island Vip.

A sollevare la questione è l’assessore all’Istruzione della Regione Veneto Elena Donazzan, che con un post su Facebook e con un comunicato stampa ha commentato:

“Trovo paradossale che un’insegnante di una scuola primaria possa anche solo pensare di partecipare ad una trasmissione televisiva del calibro di Temptation Island Vip senza compromettere minimamente quell’autorevolezza e quella professionalità che il suo ruolo imporrebbe nei confronti degli alunni e delle loro famiglie” afferma l’Assessore Donazzan. “Ci affanniamo a ribadire in ogni occasione che il ruolo dell’insegnante è un ruolo che socialmente va rispettato e valorizzato: ci indigniamo poi ogni qualvolta un docente viene offeso, aggredito o deriso dagli studenti o dai loro genitori, come spesso purtroppo è accaduto. Ma se una insegnante il discredito se lo getta autonomamente come in questo caso partecipando ad un reality così discutibile, non sta forse arrecando danno a tutta la categoria e al lavoro delle Istituzioni?”.

Dalla Benetta è nel gruppo di dodici ragazze che avranno il compito, con la loro bellezza, di mettere alla prova le sei coppie di celebrità.

“Interpreterà il ruolo di una sorta di squallido ‘agente provocatore’, in un programma che basa il proprio share sul dividere le coppie in cambio di ascolti” continua Donazzan, “mi immagino gli alunni che stasera vorranno vedere la propria maestra in TV, ed i genitori che dovranno spiegare loro il ruolo da essa interpretato, avvallando così ai loro occhi un modello di vita frivolo, insensato e squalificante per le donne”.

“Spero questa insegnante non chieda una sospensione dall’insegnamento, perché non ne ravviserei alcuna condizione: sono certa che su ciò la scuola o l’Ufficio Scolastico Regionale decideranno di vigilare. Mi appello invece ai genitori affinché risparmino ai loro figli il teatrino di cattivo gusto della propria insegnante in onda su Canale 5” conclude l’Assessore Regionale.

Dopo le pesanti accuse, arriva anche la replica di Emma, che si è vista in tv nella prima puntata. “L’assessore Donazzan ha completamente ragione quando dice che il nostro mestiere di insegnanti è sottovalutato – ha spiegato la maestra come si legge su Corriere della Sera – a partire dal livello economico. Questo mio secondo lavoro, la moda, mi ha dato da mangiare per dieci anni e senza svalutare l’impegno nella scuola. Il sistema scolastico italiano è “centrifugo”, porta i suoi professionisti ad andarsene. Allo stesso tempo, io trovo soltanto positivo che un docente coltivi altre passioni, come può essere la musica o nel mio caso la moda. La scuola deve aprirsi al mondo reale. Tanto più che la realtà televisiva esercita un fortissimo interesse sui ragazzi: a loro insegno che è bello che ci siano libertà e diversità e che questo può manifestarsi in molti modi. In certe aule ho il 70% di studenti di origine straniera, questo concetto ha molto valore. E le mamme mi difendono. Del resto non vado certo a scuola vestita da modella, ma con scarpe da ginnastica, pantaloni lunghi e niente trucco”.

Ma chi è Emma Dalla Benetta? La 29enne di Vicenza ha cercato da sempre di far coincidere le sue due più grandi passioni. Oltre all’insegnamento infatti, la vicentina ama la moda. La maestra ha tentato più volte di sfondare nel mondo dello spettacolo, prima partecipando a concorsi di bellezza, poi incarnando il ruolo di ombrellina in MotoGp e infine partecipando a Temptation Island Vip.