“L’Eredità”, la domanda: “È richiesto per la perquisizione”. La concorrente: “Man… ganello”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 gennaio 2019 8:55 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2019 10:44
"L'Eredità", la domanda: "È richiesto per la perquisizione". La concorrente: "Man... ganello"

“L’Eredità”, la domanda: “È richiesto per la perquisizione”. La concorrente: “Man… ganello”

ROMA – Altra puntata, altri errori clamorosi a “L’Eredità”. Domanda: “È richiesto per la perquisizione”. La concorrente, la povera Cristina, ci pensa. Ci ripensa. Poi risponde sicura: “Man… ganello“. Flavio Insinna resta immobile. Anche il pubblico. 

Altro concorrente. Altra domanda. Altro orrore. Domanda: “Quella del Sud ha come capitale Seul”. Inizia con la lettera “C”. Il concorrente ci pensa e poi tenta la risposta: “Cipro…”. 

Ma questa è solo l’ultima di una lunga serie di risposte sorprendenti (qui l’elenco completo in continuo aggiornamento). Come si chiamano gli abitanti di Potenza?” ha chiesto Flavio Insinna qualche giorno fa a uno dei concorrenti in studio. La risposta del concorrente? Facile: “Forzutini…”. Qual è uno degli ingredienti principali della pasta all’amatriciana? Pancetta o guanciale? La risposta del concorrente? Ancora più facile: “Pancetta”. Paese pugliese in provincia di Brindisi? Ostuni? No, anche in quell’occasione un concorrente riuscì a stupire tutti con una risposta fantasiosa: “Postuni”.

“Attore di infimo livello?”. La risposta iniziava per la lettera “G”. Quindi “Guitto”. Invece il concorrente tentò il colpo: “Attore di infimo livello? Con la G? Allora dico… Gassman”. 

Altra domanda: “Spazzola per pulire il parabrezza? Inizia con la lettera L”. Altra risposta e altra gaffe di un concorrente che provò con… “Tergicristalli”. Che non inizia esattamente con la lettera “L”. Per la cronaca la risposta era “lavavetri”.

Ma la geografia è uno dei terreni più scivolosi per i concorrenti. “Dove si trova Foggia?” chiedeva preoccupato Insinna qualche tempo fa. Ovvio, rispondeva una concorrente: “Foggia si trova… in Umbria”.