Fabio e Mingo chiedono di essere sentiti da pm di Bari su presunti falsi servizi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Maggio 2015 16:12 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2015 16:12
Fabio e Mingo chiedono di essere sentiti da pm di Bari su presunti falsi servizi

Fabio e Mingo chiedono di essere sentiti da pm di Bari su presunti falsi servizi (foto Ansa)

BARI – Fabio e Mingo hanno chiesto ai giudici di essere interrogati per la storia dei presunti falsi servizi che gli è costata una sospensione da Striscia la Notizia. Gli ex inviati baresi della trasmissione Mediaset, scrive l’Ansa, hanno chiesto di essere ascoltati dal pm che indaga sulla presunta simulazione di reato per un falso servizio andato in onda due anni fa. Con una richiesta depositata ieri nella cancelleria del pm di Bari Isabella Ginefra dal loro difensore, l’avvocato Francesco Maria Colonna, i due, “avendo appreso le notizie su una indagine a loro carico dai giornali, chiedono di poter chiarire e capire come stanno le cose”, ha detto il legale.

Fabio e Mingo sono stati licenziati in diretta televisiva dal Gabibbo per due presunti casi di servizi falsi. “Ad oggi – ha continuato l’avvocato – non sono sottoposti a procedimento e comunque non hanno avuto alcun avviso di garanzia”. Per il difensore “Mediaset ha avuto un atteggiamento scorretto. Noi aspettiamo di fare un processo in tribunale, non in tv o sui giornali”.