Fabrizio Corona, l’avvocato a Mattino 5: “Bastavano 16 giorni, invece…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 febbraio 2018 11:46 | Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2018 11:46
Fabrizio Corona Mattino 5

Fabrizio Corona, l’avvocato a Mattino 5

ROMA – Fabrizio Corona è uscito ieri, 21 febbraio, dal carcere per entrare in comunità di recupero. Per l’ex re dei paparazzi adesso si apre una fase molto delicata della situazione giudiziaria, spiegata dal suo avvocato Ivano Chiesa a Mattino 5.

“Siamo contenti, ma 16 mesi sono un’enormità. Il 27 marzo avremo l’udienza per discutere di questo provvedimento che è provvisorio e in teoria potrebbe anche cambiare” ha detto a Federica Panicucci l’avvocato di Corona.

“Incredibile, per decidere questa faccenda bastavano 16 giorni, non 16 mesi, ci è voluto un lavoro disumano” ha aggiunto ancora Chiesa per poi commentare la parte del provvedimento che impedisce a Corona di avere contatti la stampa e con i giornalisti. “Se tu non gli permetti di parlare con la stampa, gli impedisci di lavorare, perché quello è il suo lavoro. Mi fa pena perché è assediato e deve stare zitto”.