Fabrizio Frizzi e Berlusconi, l’ex cognato racconta: “Quella telefonata che lo mise in imbarazzo”

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 marzo 2018 17:18 | Ultimo aggiornamento: 30 marzo 2018 17:18
Fabrizio Frizzi e Berlusconi, l'ex cognato racconta: "Quella telefonata che lo mise in imbarazzo"

Fabrizio Frizzi e Berlusconi, l’ex cognato racconta: “Quella telefonata che lo mise in imbarazzo”

ROMA – Tra Fabrizio Frizzi e Silvio Berlusconi ci fu una telefonata imbarazzante.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

A raccontarlo oggi è Nando Dalla Chiesa, fratello di Rita, che di Frizzi è stata la prima moglie, per oltre 12 anni. Era l’estate dell’86 e, racconta l’ex cognato del conduttore scomparso, il telefono squillò a casa Dalla Chiesa e all’altro capo c’era Berlusconi.

L’ex Cavaliere tentò in tutti i modi di convincere Frizzi a passare alle reti Mediaset, ma “Fabrizio era un uomo Rai, del servizio pubblico, orgoglioso di esserlo (anche se ne ebbe ingiuste e lunghe umiliazioni)”. Così dinanzi alle insistenze di Berlusconi, rivela Dalla Chiesa,

“Fabrizio era in imbarazzo ma resisteva. Si chinava sulla difensiva con la cornetta. L’interlocutore insistette per circa 40 minuti. Non ho mai saputo che cosa il grande persuasore gli stesse offrendo, ma certo molto. Lui spiegava di rimando che era affezionato alla Rai, che ringraziava molto ma non poteva. Finì estenuato, sudato, ma soddisfatto di sé stesso”.

Dalla Chiesa parla poi del Frizzi intimo, quello che giovava a ping pong e imitava Alberto Sordi. Ma anche del grande professionista:

“Fabrizio aveva un istinto innocente, naturale, per le cause giuste. Le fiutava, le faceva sue senza tornaconti. Grandi e piccole, conosciute o destinate a restare ignote”.