Fabrizio Frizzi, il ricordo de L’Eredità ad un mese dalla morte del conduttore

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 aprile 2018 10:46 | Ultimo aggiornamento: 27 aprile 2018 10:46
Fabrizio Frizzi, il ricordo de L'Eredità ad un mese dalla morte del conduttore

Fabrizio Frizzi, il ricordo de L’Eredità ad un mese dalla morte del conduttore

ROMA – Un mese dopo l’improvvisa morte di Fabrizio Frizzi, il suo programma L’Eredità lo ricorda commosso. Quella che era diventata la sua famiglia televisiva, con il co-conduttore Carlo Conti, i tecnici e tutta la produzione il 26 di aprile, ad un mese esatto dalla scomparsa del presentatore gentile, ha pubblicato un commovente ricordo sul Corriere della Sera: 

“È passato un mese, sei sempre nei nostri cuori, con il tuo sorriso, la tua forza, la tua simpatia, la tua gentilezza e la tua straordinaria bontà d’animo. Ci manchi tantissimo”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Il pensiero è firmato “i tuoi compagni Carlo, Mario, Antonio, Leopoldo e Umberto più tutti gli amici de L’Eredità“. Un pensiero che di sicuro avrà fatto piacere, per quanto piacere si possa provare in questa situazione, alla vedova di Frizzi, la giovane Carlotta Mantovan, e alla sua famiglia.

Gli ultimi mesi di vita del conduttore romano non erano stati facili. Dopo l’ischemia che lo aveva colpito il 23 ottobre era stato un crescendo di problemi di salute, culminati nel ricovero il 25 marzo, per un’emorragia cerebrale, e nella conseguente morte.

In migliaia, volti noti dello spettacolo e persone comuni, avevano voluto dare l’ultimo saluto a Frizzi alla camera ardente allestita in viale Mazzini, sede della Rai nel cuore di Roma, e poi ai funerali in piazza del Popolo, una piazza del Popolo gremita come di rado prima.

Adesso, ad un mese da quell’improvvisa morte, il ricordo commosso dei colleghi di quella che era in un certo senso la sua secondo famiglia: la trasmissione L’Eredità.