Federica Masolin vince il premio Telegiornaliste 2017, battuta Giorgia Rossi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 dicembre 2017 10:45 | Ultimo aggiornamento: 22 dicembre 2017 10:45
federica-masolin

Federica Masolin

ROMA – E’ Federica Masolin la Telegiornalista dell’Anno 2017. In finale ha superato Giorgia Rossi con il 52,40% dei voti. La Masolin succede al trienno che aveva visto trionfare Monica Bertini, giornalista di Premium Sport.

Classe ’85 per la giornalista milanese di nascita ma friuliana di origine, una donna che si potrebbe definire il sogno degli italiani visto che, oltre ad avere un bell’aspetto, racchiude due grandi amori di ogni maschio che si rispetti: il calcio e i motori.

Malgrado da piccola praticasse la danza classica, suo padre l’ha sempre portata con sè a vedere partite di ogni sport motivo per cui ha maturato tanto amore per un settore che, generalmente, è prettamente maschile.

In un’intervista rilasciata mesi fa a Tvblog.it aveva infatti dichiarato: “Mi è sempre piaciuto lo sport. Sono la prima di due sorelle e mio papà sperava di avere un figlio maschio. Quindi sono sempre andata ovunque con lui, dallo stadio all’autodromo fino ai campi da tennis. E lo sport è sempre stato la mia vita. A questo si è aggiunto una mia grande curiosità. L’idea di entrare dietro le quinte degli sport mi è sempre interessata… È il lavoro che avrei voluto sempre fare: o la ballerina, perché da bambina mi cimentavo nella danza classica, o la giornalista. Prima di Sky ho avuto piccole collaborazioni con giornali locali ma niente di grossissimo. A 20 anni ho inviato il curriculum a Sky, da lì mi hanno fatto dei contratti e sono sempre qui”.

La sua carriera, infatti, è iniziata quando era poco più che ventenne: in primis si è confrontata con la pallavolo come inviata sui campi della Serie A1 sia maschile che femminile e poi, nel 2009, ha iniziato a seguire le partite di calcio di serie A e B. Ma non è tutto, nel suo cv si leggono esperienze importanti, sempre in qualità di inviata, per eventi come le Olimpiadi di Londra e le Olimpiadi Invernali di Sochi.

“Donne e motori gioie e dolori” recita un vecchio detto ma, a quanto pare, la questione non riguarda Federica che, ormai dal 2013, si occupa con successo della Formula1, un impegno che le permette di unire l’utile al dilettevole, l’amore per la sua professione a quella per lo sport e i viaggi visto che, per seguire gli eventi, è spesso in giro per il mondo.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other