Festival di Sanremo, Mina direttore? Il figlio: “Se le dessero carta bianca accetterebbe”

Pubblicato il 24 Aprile 2012 14:38 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2012 15:00

ROMA – Mina direttore artistico del festival di Sanremo? ''Se glielo chiedessero, e le dessero carta bianca, credo che accetterebbe'', dice a Vanity Fair Massimiliano Pani, da sabato su Rai1 con Antonella Clerici in E' stato solo un flirt. ''Sono e restero' sempre il figlio di Mina. E mi sta bene cosi', sono sereno: non arrivero' mai al suo livello, non c'e' confronto'', dice nell'intervista al settimanale in edicola domani.

Il sogno di Massimiliano Pani? ''Un album di Mina con una star internazionale come Madonna. Insieme potrebbero fare un disco di ballad morbide, sorprenderebbero chiunque, anche i giovanissimi''. Quindi mandera' un'email a Madonna? ''Prima bisogna convincere mia mamma: la cosa piu' difficile e' sempre quella''. Nell'attesa, a che cosa sta lavorando? ''Al nuovo disco di Mina, che stavolta sara' di cover''.

Milanese di nascita, mamma cremonese: ha mai avuto tentazioni leghiste? ''Mai. Se dovessi votare oggi, non avrei dubbi: Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo''.

Mai pensato di fare un duetto con cantanti usciti dai talent come Amici e X Factor? Tipo Alessandra Amoroso, Emma, Valerio Scanu? ''No. Sono bravi, ma in Italia di gente cosi' ce n'e' tanta. Il problema e' avere qualcosa da dire, cantare bene non basta. Non a caso gli unici giovani di vero talento emersi negli ultimi anni, Tiziano Ferro e Negramaro, non vengono da un talent e hanno un loro mondo da raccontare. Gli altri puntano tutto sulla forza della performance''.

E' vero che ricevete piu' di tremila canzoni l'anno da autori sconosciuti? Le ascoltate tutte? ''Mia madre si', ogni giorno. Ed e' un lavoraccio, ma c'e' tanto materiale interessante, ed e' un peccato che sia tutto per una sola artista. Infatti sto cercando di fare una selezione di autori a cui trovare nuovi sbocchi''.