Filippo Roma aggredito in un campo rom a Roma: sassi e badilate contro l’inviato de Le Iene

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Giugno 2020 10:26 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2020 10:26
Filippo Roma aggredito in un campo rom a Roma: sassi e badilate contro l'inviato de Le Iene

Filippo Roma aggredito in un campo rom a Roma: sassi e badilate contro l’inviato de Le Iene

ROMA – Filippo Roma, inviato della trasmissione televisiva di Italia Uno Le Iene, è stato cacciato con un badile e a sassate da un campo rom di Roma. Fortunatamente per l’inviato nessun danno fisico.

Il servizio, dove si è parlato di violenze e illegalità all’interno del campo rom, è stato girato nell’accampamento abusivo ai margini della riserva naturale della Valle dell’Aniene, un’area protetta vicina dal quartiere residenziale dei Parioli.

“Al di là della salute pubblica, del disastro ambientale, io lì ho visto bambini, donne e uomini vivere in condizioni disumane. Parlo di inquinamento dell’aria e delle acque. Questa cosa è risaputa da anni e nessuno interviene”, ha detto una testimone ai microfoni de Le Iene.

“Fanno tutte le sere fuochi, tutte le notti c’è la nebbia, d’estate, d’inverno, a primavera – racconta un altro testimone -. Questo è solo fumo causato da questi fuochi che nascono da quest’area”.

Filippo Roma entrato nel campo rom, è riuscito a parlare solo con una donna che gli ha raccontato come ci sia una famiglia che avrebbe il controllo dell’accampamento e della discarica abusiva.

“Quelli che sono i capi che controllano il campo, che prende i soldi per le baracche, che minaccia la gente se non paga luce, gli deve pagare affitto, per queste cose”. 

La Iena però ad un certo punto è stato accerchiato dai presenti e ha ricevuto minacce reiterate, sino a trovarsi costretto a darsi alla fuga, inseguito dalla folla infuriata, che gli ha lanciato addosso alcuni sassi.

Dopo essersi messo al sicuro, Filippo Roma si è recato dalla sindaca Virginia Raggi per metterla al corrente non soltanto dell’accaduto, ma anche e soprattutto delle testimonianze raccolte con il suo operato, che ha acceso i riflettori sul problema dell’abbandono dei rifiuti nella Capitale.

“Siamo andati a fare dei sopralluoghi – ha commentato la Raggi –. Ieri, recandosi nuovamente sul luogo, hanno beccato questi svuota cantine abusivi che stavano buttando sostanzialmente i rifiuti, andando ad alimentare questa discarica. Stiamo quantificando i rifiuti abbandonati perché è un’area che va bonificata: quindi, al conteggio dei rifiuti, seguirà la quantificazione economica dell’intervento”. (fonte LE IENE)