Fiorello a Sakozy: "Siamo italiani, stai sciallo"

Pubblicato il 28 Novembre 2011 22:29 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2011 22:59

ROMA, 28 NOV – Un cancan, una canzoncina e un monologo scoppiettante anti-crisi: cosi' Fiorello ha dato il via alla terza puntata del suo show #Ilpiu'grandespettacolodopoilweekend, in diretta su Rai1 dal Teatro 5 di Cinecitta'. Come nelle due precedenti puntate, Fiorello ha ripreso il suo discorsetto al presidente francese Nicolas Sarkozy, definito 'capoccione', e alla cancelliera tedesca Angela Merkel, ribattezzata, con simpatica irriverenza, 'culetto piccolo'.

''Abbiamo iniziato con un balletto per farvi dimenticare questa crisi che ci affligge – ha esordito Fiorello – facciamoci una bella risata finta. In Spagna ormai si fanno le corride con le pecore, in Grecia lo yogurt e' scaduto da anni. Pensate, noi prestiamo i soldi alla Grecia… e quando li rivedi? E' come prestarli a Baldini! Il gran capoccione dice sui giornali 'italiani, fate quello che dovete fare, sbrigatevi!'. Ma noi siamo italiani, calma Sarko', stai 'sciallo', sciallati, e basta… fa coppietta fissa con una che sembra la signora in giallo, Angela Fletcher''.

Lo showman propone qualche piccolo rimedio anticrisi: ''Vogliamo mettere un pedaggio sulla Salerno-Reggio Calabria per fare soldi? Bene, pero' lo mettiamo all'ingresso… e quando ci arrivi alla fine. Il ponte sullo Stretto? Al limite meglio avvicinare la Sicilia''. La crisi e' totale. Giacobbo ha chiesto ai maya di anticipare la fine del mondo al 2011 mentre i ladri, quando entrano in una banca per rapinarla dicono: 'Fermi tutti, questo e' un versamento'''. Sulle note di un successo di Cochi e Renato Fiorello ha cantato: ''E la crisi, la crisi/ e la crisi l'e' bela, l'e' bela/ tutti in braghe di tela, di tela/ ma coi bund tedeschi/ che senno stiamo freschi/ e la crisi, la crisi/ la crisi l'e' strana, l'e' strana/ la pensione e' lontana, lontana/ tornera' pure l'Ici/ siamo tutti felici!''.

Spazio poi al primo ospite musicale di questa puntata, Elisa, che si e' messa in gioco con ironia e versatilita', passando dallo swing alla dance con naturalezza, fino a lanciarsi in una spericolata, e riuscita, imitazione delle colleghe Laura Pausini, Carmen Consoli e Shakira, scatenata sulle note dell'inno mondiale 'Waka waka'. Po Fiorello saluta il direttore di Rai1 Fabrizio Del Noce seduto in platea e gli fa imitare il vampiro di Twilight.