Franca Leosini, Antonella Veltri (Donne in rete contro la violenza): “Un concentrato di stereotipi sessisti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Giugno 2020 14:04 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2020 14:04
Franca Leosini

Franca Leosini, Antonella Veltri (Donne in rete contro la violenza): “Un concentrato di stereotipi sessisti”

ROMA – “Franca Leosini? Un concentrato di insinuazioni, stereotipi sessisti, giudizi moralistici, colpevolizzazioni per la violenza subita, e giustificazioni del maltrattante in prima serata tv”.

A Antonella Veltri, presidente dell’associazione D.i.Re – Donne in rete contro la violenza non è piaciuta l’ultima puntata di Storie Maledette.

Parliamo naturalmente del programma condotto da Franca Leosini su Rai Tre.

Ma cosa è successo?

Nell’ultima puntata la Leosini  ha dialogato con Sonia Bracciale, condannata a 21 anni di reclusione come mandante dell’omicidio dell’ex marito Dino Reatti, accusato di maltrattamenti ai suoi danni. 

Sotto accusa soprattutto una frase della giornalista:

″‘La responsabilità ce l’ha anche lei come tutte le donne che non mollano il marito al primo schiaffone”.

“Un programma del genere – dice Antonella Veltri – non sarebbe andato in onda se la Rai applicasse le raccomandazioni del Grevio.

Grevio che nel suo Rapporto sull’applicazione della Convenzione di Istanbul in Italia ha segnalato quanto i media continuino a perpetrare stereotipi e pregiudizi nei quali affondano le radici della violenza maschile contro le donne”.

Queste invece le parole di Manuela Ulivi, presidente di Cadmi-Casa di accoglienza delle donne maltrattate di Milano:

“Ciò che emerge prepotente e insopportabile è l’eterno giudizio verso le donne che non se ne sono andate per tempo dal violento. Neppure quanto vengono ammazzate, si smette di giudicarle”. (Fonte: Huffington Post).