Franco Pistoni, chi è lo Iettatore di Avanti un Altro: “A Rieti…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Luglio 2019 11:43 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2019 11:46
Franco Pistoni, chi è lo Iettatore di Avanti un Altro: "A Rieti..."

Franco Pistoni, chi è lo Iettatore di Avanti un Altro: “A Rieti…”

ROMA – Lui si chiama Franco Pistoni  ma tutti lo conoscono come “Lo Iettatore” di Avanti un Altro.

“A Rieti – racconta in una lunga intervista al Fatto Quotidiano – ero considerato una persona da non frequentare. Una ragazza venne picchiata dai genitori, solo perché era stata vista in giro con me.  Ero alto, magro, con l’orecchino e di sinistra estrema: una persona da tenere a distanza”.

Figlio di un impiegato postale e di una maestra elementare, a quindici anni Pistoni entra in una compagnia teatrale: “Esclusa l’Africa, andammo ovunque, dall’Australia all’America. Parlavamo coi gesti, e ci capivano tutti”.

Nel 1986 compare ne Il Nome della Rosa, accanto a Sean Connery. “Quando tornai in paese, ero diventato quello che ha recitato con James Bond. Gli stessi che mi avevano tenuto a distanza adesso mi salutavano. Non ci feci caso”. Neanche al cinema, ci fa caso: “L’ho fatto per guadagnare soldi, ma non mi è mai piaciuto. Forse perché sono sempre stato usato come caratterista negli stessi ruoli”.

“Feci – racconta ancora – una quarantina di film, di cui ne salvo solo un paio. Ero sempre quello alto, magro e piuttosto cupo. Forse perché ho un tipo di fisico associato a qualche tipo di malanno, anche psicologico. Ho ucciso e sono morto un sacco. In tutte le maniere: impiccato, suicidato, accoltellato”.

Ora la sua vita è cambiata: “Molti sconosciuti iniziarono a fermarmi per strada e a chiedermi i numero del Lotto. Altri si toccavano le palle e basta… Una signora cercò di trascinarmi a casa sua: voleva che gliela benedicessi”. 

Fonte: Il Fatto Quotidiano.