Fulvio Collovati a Vieni da Me: “Quando ho conosciuto mia moglie lei aveva solo…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Marzo 2020 14:21 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2020 14:21
Fulvio Collovati a Vieni da Me: "Dal Milan passai all'Inter per non perdere la Nazionale"

Fulvio Collovati a Vieni da Me: “Dal Milan passai all’Inter per non perdere la Nazionale”

ROMA – Fulvio Collovati è stato ospite di Vieni da Me oggi, mercoledì 4 marzo. Intervistato da Caterina Balivo, l’ex calciatore ha aperto i cassetti della sua vita, raccontando storie vissute privatamente ma anche professionali.

Si parte dal calcio, dagli esordi con la Nazionale: “Il mio esordio con la maglia azzurra fu nel 1979 contro l’Olanda. Fu emozionante, vincemmo 3-0”. E sull’errore dal dischetto agli Europei del 1980 contro la Cecoslovacchia: “Diciamo che la cosa che mi salvò fu che era la finalina per il terzo posto. Era il diciassettesimo rigore… portava pure sfiga”. 

Sulla infanzia: “Mio padre era un agricoltore. Fino a 7 anni lo seguivo poi ci trasferimmo a Milano. Fu la mia fortuna. Io giocavo all’oratorio e alcuni osservatori misero gli occhi su di me. Dopo un anno decisi di andare al Milan. Retrocedemmo e allora “mi forzarono” a cambiare maglia, e firmai per l’Inter anche perché non potevo perdere la Nazionale”.

Il matrimonio: “Franco Baresi fu l’artefice della conoscenza tra me e mia moglie. Avevo 21 anni e lei 16, mi vergogno a dirlo. Le mi conquistò chiedendomi cosa facevo nella vita. Bastò quello per farmi innamorare di lei. Ora sono quasi 40 anni che stiamo insieme”.

 

In questo articolo parliamo anche di: