Gianfranco Miccichè contro Massimo Giletti: “Ho subito una aggressione per colpa sua”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 aprile 2018 20:01 | Ultimo aggiornamento: 20 aprile 2018 20:01
Miccichè Massimo Giletti

Gianfranco Miccichè contro Massimo Giletti

ROMA – L’ex ministro Gianfranco Miccichè, oggi presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, accusa Massimo Giletti per una aggressione verbale da lui subita.

“Ieri sera – ha raccontato a La Zanzara su Radio 24 oggi, 20 aprile – ho finito di lavorare e un signore mi ha aggredito verbalmente con una faccia inca**ata: bravo bravo, vi state aumentando lo stipendio. La colpa è anche di Giletti e dei programmi che fa”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Il riferimento è alle puntate di Non è l’Arena, su La7, in cui Giletti ha preso di mira gli aumenti dei vitalizi votati da molti consigli regionali. Un contrasto, quello tra Miccichè e il conduttore, che va avanti da mesi e che aveva già visto momenti di tensione.

“Quando ho finito di fare il deputato sono rimasto totalmente senza una lira – ha spiegato Miccichè a La Zanzara -. Per vent’anni ho fatto il parlamentare senza rubare, rinunciando al mio lavoro. Ho smesso a 59 anni. Se avessi dovuto aspettare fino a 67 che facevo? Dovevo andare a vivere a casa di mio padre di 97 anni oppure a chiedere l’elemosina davanti a una chiesa”.

Quando Giuseppe Cruciani e David Parenzo gli ricordano che suo fratello Gaetano Miccichè è un banchiere, l’ex ministro sbotta: “Ma andate a fare in c***. Che dovevo fare? Chiedere i soldi a mio fratello? Ho c*** ad avere qualcuno che magari mi avrebbe dato una mano, però siamo due persone distinte. Magari gli avrei chiesto un prestito…”.