Gianfranco Vissani: “Chef Rubio dice che i grandi cuochi si drogano? Sta fuori dai binari”

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 marzo 2019 14:25 | Ultimo aggiornamento: 12 marzo 2019 14:25
Gianfranco Vissani: "Chef Rubio dice che i grandi cuochi si drogano? Sta fuori dai binari"

Gianfranco Vissani: “Chef Rubio dice che i grandi cuochi si drogano? Sta fuori dai binari” (foto Ansa)

ROMA – Gianfranco Vissani replica a chef Rubio: “Dice che tutti i grandi cuochi si drogano? Sta andando fuori dai binari”. Lo chef umbro è intervenuto alla trasmissione I Lunatici, in onda nella notte su Rai Radio2, per commentare le parole del collega al Fatto Quotidiano. 

“Il mondo delle star? Estremamente debole, falso, grottesco, eppure a tutti va bene così, si finge la letizia, il benessere, si cerca di piallare le differenze per mantenere l’ equilibrio precostituito. E sì, ancora molti pippano”, aveva detto Rubio nell’intervista al Fatto. “Io penso proprio che lui stia andando fuori i binari”, la replica di Vissani.

E ancora: “Ha dichiarato che non mi stima? Sì, vabbè, lasciamo perdere. Io non lo conosco. Queste mezze tacche, questa gente che esce fuori, non mi interessa, non voglio saperne”.

Secondo lo chef stellato, la colpa è anche dei media, “dei giornalisti che lo intervistano. Più lo intervistano e più va fuori da ogni schema. Mi sembra uno come Corona, lasciatelo perdere”.

Vissani ha poi parlato anche di alcuni politici, come Nicola Zingaretti, neoeletto segretario del Pd, che lui ha incontrato ad Amatrice: “Mi è sembrato molto spocchioso, ma questa è una mia impressione”. Mentre di Matteo Salvini e Luigi Di Maio dice: “Dovrebbero fare più fatti e poche chiacchiere”. Infine, stoccata anche sul reddito di cittadinanza: “Quelli che lavorano tre o quattro mesi, poi prendono sette mesi di sussidi. Prendono i soldi e stanno a casa. Vengono pagati per non far niente, ma stiamo dando i numeri? Gli italiani non si trovano più. E gli stranieri rompono i piatti. Quando lavorano loro i piatti sono tutti sbeccati. Quando ha voglia di lavorare l’italiano che conosce il sistema è superiore. Sono convinto di quello che dico”.

Fonte: I Lunatici