Giovanni Allevi chi è: età, dove e quando è nato, vita privata, moglie, figli, carriera, canzoni, Beethoven

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Dicembre 2021 13:28 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2021 13:28
giovanni allevi foto ansa

Giovanni Allevi (foto Ansa)

Giovanni Allevi chi è: età, dove e quando è nato, vita privata, moglie, figli, carriera, canzoni, Beethoven. Il pianista e compositore tra i più amati e noti in Italia, è ospite a oggi è  un altro giorno in onda su Rai Uno.

Giovani Allevi è nato ad Ascoli Piceno il 9 aprile 1969 (52 anni) sotto il segno dell’Ariete. Questo il suo profilo Instagram che conta 53600 follower. 

Moglie e figli: la vita privata di Giovanni Allevi

Giovanni è sposato con Nada Bernardo, anche lei pianista nonnché manager dell’artista. I due hanno già due figli: Leonardo e Giorgio. La loro età non è nota. Giovanni ha chiamato la sua famiglia “il suo rifugio”. 

Giovanni Allevi, carriera e biografia 

Giovanni Allevi si diploma in pianoforte al conservatorio Morlacchi di Perugia nel 1990. Nel 2001 si è diplomato al conservatorio Verdi di Milano in composizione. E non è finita qui: nel 1998 si è laureato di nuovo questa volta all’università di Macerata. 

La sua carriera comincerà grazie a Saturnino che lo invita a trasferirsi a Milano. Qui lo segnala a Jovanotti e alla casa discografica Universal che lancia la sua carriera con dischi e concerti.

Ha raccontato di iessere scappato di casa da ragazzo e di aver fatto il cameriere a Milano per permettersi un monolocale e coltivare la sua dote artistica. Ha poi raccontato di aver vissuto un evento traumatico da bambino. Questo il racconto a Vanity Fair: “Ero sempre stato il primo della classe, adorato da tutti. Finché, un giorno, mi presi una sospensione di una settimana. C’era stata una zuffa fra bambini, uno si era rotto i denti, e i due responsabili incolparono me. Quello che era stato un paradiso all’improvviso si trasformò in un inferno: la maestra ce l’aveva congiovanni allevi me e gli altri genitori mi additavano come quello che era stato sospeso”.

Giovanni Allevi, il rapporto con il padre 

Giovanni ha rivelato che suo padre sarebbe stato il suo più grande “detrattore”. L’uomo gli avrebbe più volte chiuso il pianoforte a chiave pur di impedirgli di suonare. Per questa ragione ha sofferto di attacchi di panico. Il suo brano Panic sarebbe stato ispirato proprio dalla sua prima corsa in ambulanza, quando credeva che sarebbe morto.

Al ristorante in cui lavorava come cameriere, una volta venne a cena il direttore d’orchestra Riccardo Muti. Allevi gli avrebbe regalato il suo disco, ma il direttore d’orchestra alla fine della cena lo avrebbe dimenticato sul tavolo. A Domenica In ha raccontato di non possedere nessun pianoforte in casa. La sua musica la compone in testa.

Giovanni Allevi, curiosità e la polemica su Beethoven

Ha scritto l’inno della Serie A “O Generosa!”. Non ama la confusione e va a correre sempre sullo stesso percorso. Ha anche scritto un libro dal titolo “Revoluzione: Innovazione, follia e cambiamento”. Nel 2013, al festival di Giffoni ha paragonato Beethoven a Jovanotti, dicendo che il primo non aveva ritmo, il secondo sì. La sua frase ovviamente ha scatenato molte polemiche.