Il giudice reintegra Ruffini: “Torni a dirigere Raitre”. L’azienda fa ricorso

Pubblicato il 28 maggio 2010 13:14 | Ultimo aggiornamento: 28 maggio 2010 13:55
Paolo Ruffini

Paolo Ruffini

Paolo Ruffini deve essere reintegrato alla direzione di Raitre. Lo ha deciso il giudice del lavoro del Tribunale di Roma accogliendo il ricorso che Ruffini aveva presentato nei mesi scorsi dopo essere stato sostituito per essere destinato ad altro ruolo interno alla Rai. Ruffini aveva lamentato che la soluzione individuata non rispondeva al suo profilo professionale e alle responsabilità fino ad allora ricoperte.

“La Rai agì per discriminazione” secondo il giudice, per il quale “indizi gravi, precisi e concordanti” collegano la sostituzione di Paolo Ruffini alla direzione di Raitre all’aperta critica al contenuto di alcuni programmi della rete. Per cui la “delibera di sostituzione del vertice di Raitre non appare dettata da reali esigenze di riorganizzazione imprenditoriale presentando invece un chiaro connotato di motivazione discriminatoria e quindi illecita”.

Rai: “Antonio Di Bella resta al suo posto”. La delibera del consiglio di amministrazione della Rai di nomina di Antonio Di Bella a direttore di Raitre resta valida, pertanto lo stesso Di Bella “continua a svolgere il proprio mandato” fa sapere intanto un comunicato di Viale Mazzini.

L’azienda annuncia ricorso. L’azienda inoltre ha già annunciato che farà ricorso. Preso atto dell’ordinanza del giudice del lavoro, infatti, la Rai ha dichiarato che ”proporrà immediato reclamo al giudice superiore” e ha sottolineato che ”l’ordinanza peraltro non caduca la delibera di nomina del nuovo direttore di Raitre che pertanto potrà continuare a svolgere regolarmente il proprio mandato”.

No comment dal direttore Di Bella, che dice: “Devo ancora leggere le carte”.