Grande Fratello, Serena Rutelli legge la lettera della madre biologica: “Ma non voglio incontrarla”

di Daniela Lauria
Pubblicato il 30 aprile 2019 0:34 | Ultimo aggiornamento: 30 aprile 2019 0:37
Grande Fratello, Serena Rutelli legge la lettera della madre biologica: "Ma non voglio incontrarla"

Grande Fratello, Serena Rutelli legge la lettera della madre biologica: “Ma non voglio incontrarla”

ROMA – Alla fine il momento tanto atteso per Serena Rutelli è arrivato. La figlia dell’ex sindaco di Roma e di Barbara Palombelli è stata messa al corrente della lettera che la madre biologica le ha scritto e fatto recapitare alla redazione del Grande Fratello. Parole che Serena, adottata all’età di 7 anni insieme alla sorella Monica dai coniugi Rutelli, ha voluto ascoltare. Ma che non le hanno del tutto aperto il cuore. 

E’ successo nella diretta di lunedì 29 aprile, quando Barbara D’Urso ha chiamato la 29enne nella stanza dei led per svelarle l’esistenza della lettera. Si è scoperto così che la donna è una senzatetto e che non vuole nulla da lei: solo poterla riabbracciare dopo tanti anni.

“Un giorno ci ha scritto una persona – ha spiegato la d’Urso – una volontaria che ha aiutato una donna di nome Maria. Lei è la mamma di Serena. All’inizio ci siamo assicurati che non fosse una mitomane. Non lo era. Ovviamente la prima cosa che ho fatto è stata quella di chiamare Barbara Palombelli e ho chiesto cosa volesse fare. Tua madre mi ha detto che sei tu libera di scegliere”.

Serena, molto emozionata, chiede un po’ di tempo per riflettere: “La apro” dice alla fine sicura di sé. “Dopo tanti anni sono curiosa di sapere cosa abbia scritto, poteva pensarci prima e non adesso. Mi sembra una cosa un po’ inutile, perché ora? Però voglio sapere”, precisa.

Ecco quindi il testo della lettera: “Ciao sono la vostra mamma, mi chiamo Maria, io non vi ho abbandonato, sono state le circostanze della vita a farmi fare certe scelte, non volevo farvi vivere nella povertà. Sono una clochard … non vi chiedo nulla, non voglio  nulla, voglio solo rivedervi… Ho preso coraggio per scrivervi grazie alla signora Antonella…. vi voglio bene, la vostra mamma”.

Serena non nasconde la commozione, risponde garbatamente ma con fermezza: “Sicuramente ci sono stati tanti motivi – dice –  il fatto che scrive la vostra mamma, ma mia madre è colei che mi ha cresciuta, capisco i problemi ma rivederla per me è una cattiveria, non ha senso, non ho voglia di rivederla. Ho già una madre e un padre, basta così. Strano fa strano, se mia sorella vuole rivederla può farlo, ma per quanto riguarda me no”, conclude perentoria. 

Barbara D’Urso non si azzarda a contraddirla e la consola: “Avrei fatto anche io così, non ti sentire in colpa”. (Fonte: Ansa)