Grande Fratello Vip, Paolo Idolo si propone: “Ai tempi di Saranno Famosi non potevo camminare per strada. Ora vorrei tornare in tv”

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Giugno 2019 11:59 | Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2019 11:59
Grande Fratello Vip, Paolo Idolo si propone: "Ai tempi di Saranno Famosi non potevo camminare per strada. Ora vorrei tornare in tv"

Grande Fratello Vip, Paolo Idolo si propone: “Ai tempi di Saranno Famosi non potevo camminare per strada. Ora vorrei tornare in tv” (Foto Instagram)

ROMA – Paolo Idolo si offre per il Grande Fratello Vip. L’allievo della prima edizione di Saranno Famosi vuole tornare in tv, e in una intervista a TvBlog si propone per il reality show Mediaset. 

Idolo è passato da un successo clamoroso al silenzio. “Ad un certo punto dovetti persino staccare il citofono di casa perché venivano a suonarmi di notte. I miei amici non volevano uscire con me – ha ricordato Idolo a TvBlog – era impossibile fare due passi senza che qualcuno mi fermasse per un autografo o una foto. Arrivai a coprirmi per non essere riconosciuto”.

Era il 2001 quando esordì nel mondo dello spettacolo con il programma Mediaset: Idolo partì come cantante per poi lanciarsi come attore. “Volevo emergere nella recitazione, però pensai che in uno show televisivo il canto e il ballo tirassero di più. Amo cantare, ma nel mondo artistico avrei voluto e vorrei affermarmi come attore”.

All’inizio fu difficile, perché il programma non decollava: “Cominciammo con Daniele Bossari, che venne sostituito dalla De Filippi. Infine si aggiunse Marco Liorni. La svolta avvenne con l’introduzione delle sfide, a quel punto il talent divenne appassionante ed esplose”.

 

Nei primi sei mesi Paolo Idolo non tornò mai a casa a Napoli: “Finalmente ero riuscito a prendere la mia strada. La famiglia mi mancava, però stavo inseguendo ciò che volevo. In seguito mi ritagliai qualche fine settimana per riscendere giù. Ma ti dico la verità, a me piaceva rimanere a Roma nei weekend. L’albergo si svuotava, ne approfittavo per andare in giro e togliermi qualche sfizio. Ci davano 325 mila lire netti al mese, per me erano oro. Alcuni miei compagni utilizzavano le carte di credito dei genitori, io no. Non venivo da una famiglia agiata e non volevo spendere quei soldi per il viaggio”. 

Poi arrivò il Tim Tour e le ospitate in tv e nei locali: “Tra il tour e le serate in giro per l’Italia arrivai a guadagnare sui 30mila euro. Di questi, solo una piccola parte la spesi per me, acquistando uno scooter. Gli altri li usai per aiutare mia madre ad affrontare alcune questioni familiari. E’ l’unica persona alla quale devo tutto, per la mia felicità ha fatto l’impossibile. Glielo dovevo”.

Ma finito il talent Paolo, come gli altri, si ritrovò a dover andare avanti da solo. La popolarità proseguì per “altri quattro-cinque anni. Ancora oggi qualcuno mi riconosce. Saranno Famosi è stato il momento più bello della mia vita, nonostante le tante cose negative che accaddero. A volte vorrei tornare indietro”.

Dopo contatti con il mondo dello spettacolo che non hanno portato a nulla, Idolo ha deciso di aprire un ristorante di sushi a Napoli: “Investii tutto quello che avevo. Avevo ingaggiato il miglior chef giapponese su piazza, ottenni recensioni ottime per cibo e pulizia, finii sui giornali. Ma non rientravo più con le spese e dovetti chiudere il locale. Una sofferenza atroce, in quella strada non ci passo più. La mia anima è ancora là dentro”.

Adesso, dice, “sto facendo il possibile per crearmi nuove opportunità e rientrare nel mondo dello spettacolo. Il canale meno difficile per un reinserimento mi sembra quello del reality. Vorrei partecipare al Grande Fratello Vip, ho visto in gara concorrenti molto meno vip di me. Mesi fa ho fatto il provino per il Gf normale e mi hanno riconosciuto. Mi faccio avanti, credo di avere le carte in regola”. (Fonte: Blogo)