I Soprano, ecco che fine hanno fatto gli attori

di Caterina Galloni
Pubblicato il 14 maggio 2019 6:49 | Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2019 17:01
I Soprano, ecco che fine hanno fatto gli attori (foto Ansa)

I Soprano, ecco che fine hanno fatto gli attori (foto Ansa)

ROMA – È stata la serie che ha cambiato la storia e le regole della tv, ha vinto decine di premi, trasformato in star gli attori del cast: parliamo de “I Soprano” di David Chase, il cui debutto risale a vent’anni fa e dopo 86 episodi e sei stagioni ha chiuso i battenti nel 2007 con un leggendario episodio finale.

Michael Gandolfini, figlio del protagonista James Gandolfini, nel prequel “The Many Saints of Newark”, ambientato negli Anni ’60, nelle sale cinematografiche il prossimo anno, sarà un giovane Tony Soprano, ruolo del boss mafioso interpretato dal padre. Ma che fine hanno fatto gli attori che hanno reso la serie tv un grande successo? Scopriamolo.

James Gandolfini – Tony Soprano

Era un attore straordinario, il boss mafioso soggetto ad attacchi di panico che si destreggiava tra la “famiglia” – la mafia – e le esigenze della sua famiglia. Spietato come ci si aspetta sia un boss mafioso e al contempo con lato emotivo e tenero da patriarca. Il ruolo di Tony ha fatto vincere a Gandolfini tre Emmy Awards, tre Screen Actors Guild Awards e un Golden Globe. Purtroppo, è scomparso nel 2013 a soli 51 anni colpito da un infarto mentre era in vacanza a Roma.

Edie Falco – Carmela Soprano

E’ la moglie di Tony: ha deciso di chiudere un occhio sull’infedeltà del marito, sugli affari e relativi loschi guagagni. Vivere nel lusso non ha risolto i problemi del complicato matrimonio e lotta per crescere i due figli a fronte di un ambiente immorale e violento. Falco, che ha vinto tre Emmy, due Golden Globe e cinque Screen Actors Guild Awards per il ruolo di Carmela, è protagonista della serie Nurse Jackie.

Jamie-Lynn Sigler – Meadow Soprano

Essere la figlia di un famigerato gangster comporta delle sfide, in particolare per Meadow che deve conciliare il modo in cui il padre guadagna denaro e i benefici che tuttavia ne derivano. Attualmente la Sigler, 34 anni, lavora prevalentemente in tv ma nel 2016 ha confessato di essere affetta da una forma di sclerosi multipla.

Robert Iler – AJ Soprano

Il figlio minore di Tony e Carmela, apre la serie come innocente seppur scavezzacollo della famiglia che non riesce a soddisfare le molte aspettative del padre. Nel tempo, l’innocenza di AJ va in frantumi e mostra tutti i tratti negativi di Tony che lo porteranno a lottare contro la depressione. Dopo la fine della serie tv, Robert Iler è apparso sporadicamente in televisione. Nel 2001, a 16 anni, è stato arrestato per rapina a mano armata di due turisti brasiliani nell’Upper East Side e possesso di marijuana; gli sono stati concessi tre anni di libertà vigilata.

Lorraine Bracco – Jennifer Melfi

La psichiatra e la valvola di sfogo di Tony per l’ansia, le emozioni represse: era affascinata e contemporaneamente disgustata dal boss mafioso. Consigliata dai colleghi, dai suoi cari affinché si allontasse da Tony si impegna comunque per aiutarlo a superare i problemi. Bracco avrebbe dovuto essere la moglie di Tony, avendo interpretato un ruolo analogo in “Quei bravi ragazzi” di Scorsese ma scelse invece di essere la dottoressa Melfi. Dopo la serie tv ha interpretato Rizzoli & Isles, Long Island Confidential, I Married a Mobster e Blue Bloods, e come doppiatrice in Bojack Horseman.

Michael Imperioli – Christopher Moltisanti

Il cugino e protetto di Tony, animato dal desiderio di notorietà e successo in contrasto con l’immagine del boss “forte e silenzioso” e con i suoi vecchi “colleghi”. E’ un tossicodipendente che abusa della moglie Adriana La Cerva e alla fine viene fatto fuori. Per la sua interpretazione, Imperioli ha vinto un Emmy Primetime nel 2004. L’attore si divide tra cinema, Amabili Resti e Old Boy, e tv con Life on Mars

Dominic Chianese – Corrado Junior Soprano

Lo zio di Tony scontroso, rancoroso, assetato di potere che cospira con la madre del nipote, Livia, per farlo fuori in modo da poter assumere il controllo della famiglia. Sconfitto da Tony, dopo aver superato un cancro allo stomaco, inizia a soffrire di demenza senile. Buon amico di Al Pacino, Chianese era famoso ancor prima de I Soprano e con Pacino ha recitato ne Il Padrino Parte II, Quel pomeriggio di un giorno da cani, … E giustizia per tutti, Riccardo III, un uomo un re. Ha interpretato le serie tv The Good Wife, Boardwalk Empire. Quest’anno ha avuto un ruolo nel film della NBC “The Village” e nell’episodio de Il commissario Montalbano, Un diario del ’43.

Tony Sirico – Paulie “Walnuts” Gualtieri

Uno dei fedelissimi “soldati” di Tony, Paulie è tanto malvagio quanto paranoico, e spesso uccide sia i nemici del boss che gli amici sleali. Dopo il secondo attentato al boss, Paulie vorrebbe diventare il nuovo capo dei DiMeo, ma la reggenza momentanea passa a Silvio Dante. Sirico è nato a Brooklyn e da giovane faceva realmente parte di una gang di strada, ha lavorato per il boss mafioso Carmine Persico all’interno della famiglia Colombo, venendo arrestato per ben 28 volte. Prima di entrare nel cast della serie TV, chiese espressamente che il suo personaggio non diventasse un informatore della polizia. Dopo I Soprano ha fatto apparizioni sporadiche in TV e nei film; è apparso in Lilyhammer e dal 2013 presta la voce come doppiatore di Vinny Griffin in Family Guy.

Steve Van Zandt – Silvio Dante

E’ il consigliere della Famiglia DiMeo e amico d’infanzia del boss Tony Soprano, proprietario del Bada Bing, uno stripclub e il quartier generale della gang. Viene spesso scelto per compiere omicidi importanti, tra cui la partner di Christopher, Adriana. “Little Steven” Van Zandt è lo storico chitarrista della E Street Band di Bruce Springsteen, negli anni ’80 ha fondato la sua band “Little Steven e The Disciples of Soul”. Dopo i Soprano ha collaborato alla divertente serie Netflix “Lilyhammer”, interpretando il ruolo di gangster. Nel 2018 è apparso in The Christmas Chronicles di Netflix. Fonte: Daily Mail