I talk show non tirano più: il pubblico scappa, chiacchiere e bla bla in tv annoiano, sono plotoni d’esecuzione

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 17 Ottobre 2021 12:40 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2021 12:56
I talk show non tirano più: il pubblico scappa, chiacchiere e bla bla in tv annoiano, sono plotoni d'esecuzione

I talk show non tirano più: il pubblico scappa, chiacchiere e bla bla in tv annoiano, sono plotoni d’esecuzione

I talk show sono in crisi. Non tirano più. Piacciono sempre meno. Il pubblico scappa, certifica l’Auditel. Scappa e non torna più . Le chiacchiere sul piccolo schermo hanno stufato. Bastano e avanzano i social, aperti 24 ore su 24. Il format tv  è dunque al tramonto? E la causa qual’è? Perché non è più imparziale, non fa buon giornalismo, mette alla gogna chi non la pensa come il Conduttore unico delle coscienze e si trasforma in un “ plotone di esecuzione “ come ha detto l’altra sera Guido Crosetto abbandonando “ Piazza pulita “.

O c’è dell’altro? Per inciso: il gigante di Cuneo, tra i fondatori di Fratelli d’Italia, è stato ignorato per 58 minuti e 15 secondi. Poi, quando gli hanno passato il microfono, si è chiesto: “ Ma io cosa ci faccio qua ?“ E poi: “Penso che la democrazia  si fondi sul confronto non sui plotoni di esecuzione , come si è visto finora (nel mirino  Giorgia Meloni). Il mio è un commento umano, non politico. Ho lasciato la Politica tre anni fa perché mi sentivo al di sopra di questo modo becero di farla . Quindi sono inadatto nel recitare il ruolo di foglia di fico “. Insomma ha contestato – con toni moderati, quasi eleganti- il buon Formigli in pratica bollandolo “ padrone del mezzo televisivo “ come diceva Giuliano Ferrara nel 2009 di Michele Santoro.  A proposito: Piazza pulita ha fatto poco più di un milione di telespettatori ( 1.009 e 6,84% di share ).

Sono lontani i grandi ascolti. Esempio: “ Servizio pubblico “, la sera che ospitò Silvio Berlusconi  ( 10 gennaio 2013 )  – la sera in cui il Cavaliere pulì la sedia occupata da Travaglio prima di sedersi –  totalizzò la bellezza di 8,7 milioni di telespettatori. Un Everest al confronto degli odierni e comatosi talk show. Certo l’inizio dei salotti televisivi fu molto interessante. L’esordio nel nostro Paese è firmato da Maurizio Costanzo ( Rai 1, 1976 ). Il suo “ Bontà loro” fu un grande successo e tirò dritto fino al 1978. Poi seguirono “ Maurizio Costanzo show “ ( 1982 ), “  Porta a porta “ ( 1996  )”, Samarcanda ( 1988 ).

Secondo me i talk show fanno fuggire i telespettatori perché i conduttori non fanno nulla per nascondere le loro passioni politiche verso il centrosinistra o il Centrodestra.E  poi , gira e rigira, gli ospiti sono sempre gli stessi.  Va anche detto che gli italiani sonno stanchi di vuoti bla  bla. Sono saturi.  Dopo 45 anni vogliono una pausa. Lo meritano.