Ilona Staller vende il primo abito da parlamentare, mutande comprese: “Mi serve un milione”

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 aprile 2019 15:45 | Ultimo aggiornamento: 12 aprile 2019 15:45
Ilona Staller vende il primo abito da parlamentare, mutande comprese: "Mi serve un milione"

Ilona Staller vende il primo abito da parlamentare, mutande comprese: “Mi serve un milione”

ROMA – “Vendo il mio primo abito da parlamentare, mutande comprese”. Così Ilona Staller, in arte Cicciolina, torna a piangere miseria ai microfoni della Zanzara, su Radio 24. Non proprio miseria, perché il suo obiettivo è a dir poco oneroso. “Ho bisogno di un milione di euro – spiega – per produrre il film sulla mia vita. E secondo me il mio primo vestito da parlamentare, quello col tricolore, li vale”.

Ma chi te lo compra, dai, la incalza Beppe Cruciani: “Ma stai scherzando? Ha un valore immenso. Poi ci sono le mutandine, l’intimo che indosso”. Ma non le compra nessuno: “Ma stai scherzando? Le mutandine indossate da me magari per una notte intera?”.

Nel corso dell’intervista Cicciolina torna a parlare della sua situazione economica. E non sembra “al verde” come ha detto in una recente intervista a Vanity Fair. Magari hai cose più pregiate, le domandano i conduttori. E qui la Staller tira fuori un catalogo di cimeli sui generis.

“Negli anni ottanta – racconta – sono andata a Murano ed ho fatto fare una specie di vibratore in cristallo trasparente.  Una misura abbastanza grande del membro di un maschio. In realtà non è proprio un vibratore, è un opera d’arte. Tu lo mettevi per terra con le palle e ti ci sedevi sopra tranquillamente, sul palco. Unico problema di questo oggetto è che era gelido ed estremamente duro. Terrificante”. E insiste: “Duro di quel duro gelido, freddo. Non è come il membro del maschio che quando ti entra duro si ammorbidisce all’interno, prende la forma della vagina. E’ un oggetto molto bello. Quanto può valere? Si può partire con un prezzo di base di 5000 euro per poi salire. Pisello di Murano artistico realizzato tra il ’70 e l’80 che usavo negli spettacoli dal vivo”.

La situazione economica della Staller è peggiorata quando il suo vitalizio da ex parlamentare è stato pignorato dall’autorità giudiziaria. Alla Zanzara lei insiste: “Sono un’icona nazionale, non hanno capito niente. Tagliare innanzitutto è anti costituzionale. Ho fatto ricorso come hanno fatto tutti gli altri. Quei duemila euro oggi mi mancano, da qualche tempo non sto andando più in vacanza”.

Una volta hai detto che volevi fare un ultimo film porno, ma oggi il porno è cambiato. Saresti in grado di reggere il set? Le domandano Cruciani e Parenzo. “Certo, hai voglia”. Ma oggi fanno delle gang bang pazzesche, guarda la Nappi. Ma lei spiazza tutti: “In che cosa consiste il gang bang? Cosa è? Non lo so, lo giuro”.

E’ una scena con una donna circondata da tanti uomini, anche più di dieci, le spiegano: “Ah, mi fa un baffo. Ma secondo voi quando io facevo i film non c’erano due o tre uomini con cui stavo? Addirittura facevo la tripla penetration….”. (Fonte: La Zanzara)