Vieni da Me, Irma Testa: “Dopo le Olimpiadi pensai di smettere. Poi mia madre…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 aprile 2019 17:19 | Ultimo aggiornamento: 4 aprile 2019 17:19
Irma Testa: "Dopo le Olimpiadi pensai di smettere. Poi mia madre..."

Irma Testa: “Dopo le Olimpiadi pensai di smettere. Poi mia madre…”

ROMA – Intervistata da Caterina Balivo, ospite nel salotto di “Vieni da Me” Irma Testa, giovane campionessa di pugilato, classe ’97, ricorda la sconfitta ai quarti nelle Olimpiadi di Rio: “L’obiettivo di ogni sportivo sono le olimpiadi, dopo quella non c’è più nulla, è il massimo, il sogno di una vita intera: è stata un’aprire una strada a tutte quelle persone che dal nulla sono diventate qualcuno. Venni sconfitta ai quarti da Estelle Mossely, fu dura, pensai di smettere, ma mi servì da lezione”.

Al suo fianco ci fu la madre: “Mi fece capire che quella era la mia strada e che non dovevo abbandonarla”.

“Ho avuto un’infanzia difficile – svela – facevo casini come molti ragazzini a Napoli, andavo a scuola ma non ci andavo volentieri, praticamente stavo tutta la giornata in strada: mia mamma mi cercava ma non mi trovava, lei non c’era mai perché lavorava tutto il giorno”. Irma si è però pentita di aver preso un po’ troppo sotto gamba l’istruzione: “Mi pento per non aver voluto prendere gli studi seriamente – spiega – ora che l’ho fatto da sola è stata più difficile”.