Isola dei Famosi, Nino Formicola (Gaspare) confessa: “Dopo la morte di Zuzzurro sono stato umiliato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2018 9:10 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2018 9:10
Nino Formicola

Nino Formicola

ROMA – Nino Formicola (in arte “Gaspare”) racconta che dopo la morte di Andrea Brambilla (“Zuzzurro”) ha vissuto dei momenti difficili: “Dopo la morte di Andrea io ero un po’ sottosopra perché la mia vita stava andando a rotoli”. Il sessantaquattrenne ha spiegato che avrebbe dovuto urlare alla gente: “Gaspare c’è ancora ed, invece, mi sono ritrovato a 60 anni nel ruolo del debuttante”.

L’artista ha rivelato ad Elena Morali Cecilia Capriotti di aver pensato anche al suicidio: “E’ stata la prima volta in vita mia, avevo le scatole piene”.

Nino Formicola ha ricordato il terrore della prima registrazione senza Andrea Brambilla ed ha sottolineato che quando si lavora in coppia non si è mai in due ma in tre: “C’è una terza anima che lega le due persone e fa in modo che uno più uno faccia tre invece di due”.

Nino ha rivelato di essersi sentito umiliato dopo quarant’anni di carriera. “E’ brutto sentirsi chiedere se da solo ero capace. Alla fine sono convinto che nella vita i cattivi la pagano sempre”.

“Gaspare” ha affermato di aver accettato di partecipare al reality perché vuole chiudere la carriera con “una cosa televisiva bella, che piaccia ancora a tutti”.