Italia-Svezia; Anzaldi (Comm. Vigilanza Rai): ”Postpartita? Volevano chiudere prima per dare la linea a Fazio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 novembre 2017 16:12 | Ultimo aggiornamento: 15 novembre 2017 16:12
italia-svezia

Italia-Svezia; Anzaldi (Comm. Vigilanza Rai): ”Postpartita? Volevano chiudere prima per dare la linea a Fazio”

ROMA – Intervistato da Radio Cusano, Michele Anzaldi, deputato del Pd e Segretario della Commissione di vigilanza Rai, ha commentato la gestione del postpartita di Italia-Svezia:

“La Rai dal punto di vista imprenditoriale economico aveva una fortuna: i diritti della partita che tutti gli italiani speravano di vincere –ha affermato Anzaldi-. Infatti i dati di ascolto sono stati pazzeschi. A livello giornalistico questo andava sfruttato al massimo. Se tu hai una portaerei di 120 giornalisti sportivi, direttori e vicedirettori, hai la possibilità di rilanciare l’informazione sportiva in Rai per un evento del genere. 120 persone umiliate e pagate per non far nulla. Ora è uscita la lettera del cdr di RaiSport dice che addirittura l’azienda voleva interrompere la trasmissione alle 22.45 per dare subito la linea a Fazio, si è andati avanti fino alle 23 solo dopo una minaccia di sciopero da parte dei giornalisti. I giornalisti hanno fatto comunque un ottimo lavoro, mostrando la conferenza di Ventura in diretta su RaiSport, canale 57-58. Fazio andava benissimo perché è quello che ha fatto “Quelli che il calcio”, ma avrebbe dovuto ospitare il dibattito con i giornalisti di RaiSport. Il palinsesto è stato modificato per distruggere. Qui si tratta di soldi degli italiani bruciati e ascolti regalati alla concorrenza, ovvero al Grande Fratello”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other