James Brown fu ucciso: la Cnn riapre il caso, scoop e serie tv

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2019 10:05 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2019 10:05
James Brown fu ucciso: la Cnn riapre il caso, scoop e serie tv

James Brown fu ucciso: la Cnn riapre il caso, scoop e serie tv

ROMA – James Brown potrebbe non essere morto per infarto. Lo rivela la Cnn dopo un’indagine iniziata nel 2017 e dopo aver intervistato circa 140 persone. I dubbi sulla morte del Godfather of Soul sono oggetto di una serie investigativa ‘The Circus Singer and the Godfather of Soul’ che il network manderà in onda in tre parti.

Secondo il reportage, 13 persone, tra cui familiari, il manager e lo stesso medico che ha firmato il certificato di morte nel 2006, chiedono che sia effettuata un’autopsia. “Cambiò troppo rapidamente – ha detto il dottor Marvin Crawford in riferimento a Brown – non avrei mai previsto che andasse in arresto cardiaco. Ma morì quella notte e mi chiesi che cosa andò storto in quella stanza”.

Ufficialmente Brown morì di infarto a 73 anni il giorno di Natale del 2006. Dodici anni dopo, secondo la Cnn, solo un’autopsia e un’indagine forense potranno stabilire le esatte cause del decesso. Nella serie si indaga anche sulla morte nel 1996 della morte di Adrienne Brown, la sua terza moglie.

Un cold case in piena regola, promosso dalla tv, con una quantità di punti oscuri (dove si trova la salma di Brown?), circostanze inspiegabili, protagonisti che ammutoliscono, familiari interessati, mogli e agenti, e soldi, droga e violenza (c’è lo stupro dell’amica circense che ha fatto partire l’inchiesta, Jaque Hollander, all’inizio non creduta, che ha rivelato fatti inediti e terribili, come la violenza sessuale subita dallo stesso James Brown).

Sarà una serie di successo, che stabilisca come sia morto the Soul brother n°1, forse non sarà .nemmeno più così importante.