Jerry Calà a C’è tempo per…: “50 anni di carriera fanno un po’ paura. Se mi volto indietro…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Luglio 2020 12:48 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2020 12:48
Jerry Calà a C'è tempo per...

Jerry Calà a C’è tempo per…: “50 anni di carriera fanno un po’ paura. Se mi volto indietro…”

Jerry Calà e la sua carriera che compie 50 anni: le sue parole ai microfoni del programma di Rai Uno “C’è Tempo Per…”. 

Jerry Calà è stato intervistato, in collegamento da Poltu Quatu, in Sardegna, da “C’è Tempo Per…”, programma di Rai Uno.

“Poltu Quatu è la mia casa estiva sono anni che vengo in questo magnifico posto, la sera c’è la movida ma con grande rispetto, poi ci sono grandi spettacoli internazionali.

E’ un po’ il mio buen ritiro, e mi ricordo che anche tu Anna (Falchi, la presentatrice del programma, ndr) sei venuta qui molto spesso”.

L’attore ricorda gli anni ’80:

“Negli anni 80 c”era più entusiasmo ma cerco sempre di portarmelo dentro. Una volta ho sentito dire ‘l’estate non è una stagione, è uno stato d’animo’”.

I 50 anni di carriera

“Se mi volto indietro mi fanno un po’ paura ma ho avuto tantissimo e continuo ad averne. Ho fatto tanti film che sono sempre nel cuore della gente.

Ho avuto tanti messaggi durante il lockdown in cui mi dicevamo che i miei film gli facevano fare 4 risate.

Sono contento di tutto quello ho fatto, ma, questa è una minaccia, io non mollo, vado avanti, sono sempre produttivo”.

Secondo Jerry Calà dopo il periodo di lockdown nascerà una nuova comicità:

“Per un comico è un dovere ironizzare anche in tempi non tanto allegri, tanto è vero che la più grande commedia italiana è sorta nel Dopoguerra.

Credo che dopo il lockdown ci dovremo scatenare nel cinema e nel teatro per esorcizzare e ironizzare su tutto quanto è successo.

L’anno prossimo compirò 70 anni e rimanderemo la grande festa all’Arena di Verona (lo show era in programma a settembre, cancellato poi causa covid, ndr).

Vivo bene il terzo tempo della vita, sono sempre in giro con i miei spettacoli anche se quest’anno la tournée è stata molto limitata.

Ho preferito lavorare solo qui in Sardegna dove farò quattro date a Porto Rotondo al Country Club ma sono contento.

Ho in mente tante cose da fare, tante idee, mi tengo attivo anche perché ho un figlio di 17 anni che mi tiene aggiornato, lo faccio anche per lui”. (fonte C’E’ TEMPO PER…)