Joan Collins, casa in fiamme: l’attrice di Dinasty ricoverata in ospedale

di Caterina Galloni
Pubblicato il 16 aprile 2019 7:14 | Ultimo aggiornamento: 16 aprile 2019 7:13
Joan Collins

Joan Collins, casa in fiamme: l’attrice di Dinasty ricoverata in ospedale

ROMA – “Scioccata ma fortunata di essere viva”: è quanto sostiene Joan Collins, scampata a un incendio divampato nella sua casa londinese mentre insieme al marito stavano guardando un film. L’attrice 85enne è riuscita a fuggire in pigiama e a piedi nudi mentre il suo “eroe”, il marito Percy Gibson, 53 anni, cercava di spegnere le fiamme con un estintore. Le immagini pubblicate dal Daily Mail, mostrano l’appartamento, sito nell’esclusivo quartiere di Belgravia, devastato e l’attrice su Instagram ha postato un video per mostrare i danni provocati dall’incendio.

Il fumo sprigionato dalle fiamme ha causato all’attrice, indimenticabile interprete della serie tv Dinasty, un’intossicazione ed è stata ricoverata in ospedale. “Ciò che posso dire è che siamo molto, molto fortunati a essere vivi”, ha detto la Collins.

Secondo il racconto dell’attrice, quando è scattato l’allarme antincendio, insieme al marito erano in camera da letto e guardavano il film “Qualcosa è cambiato” con Jack Nicholson. La coppia ha subito chiamato i vigili del fuoco: sono dieci le persone che intervenute sul posto che, in quasi due ore, hanno spento l’incendio. La causa per ora resta un mistero ma i vigili del fuoco sostengono che le fiamme si siano sviluppate a causa dei raggi di sole che si riflettevano sullo specchio: a quel punto avrebbero preso fuoco tende e asciugamani.

L’attrice ha rassicurato i fan sulla sua salute con un post sui social e su Twitter ha scritto un ringraziamento:”ai vigili del fuoco per averci soccorso dopo il terribile incendio nella nostra casa, al personale sanitario che ci ha curato e tranquillizzato e alla polizia che ha chiuso la strada per permettere i soccorsi”. (Fonte: Daily Mail)