tv

Joe Bastianich vince causa contro Banca Popolare di Vicenza, avrà indietro 300mila euro

Joe-Bastianich

Joe Bastianich

ROMA – Joe Bastianich avrà indietro 300mila euro dalla Banca Popolare di Vicenza. L’imprenditore italo-americano e giudice di Masterchef, si legge in un articolo del Messaggero Veneto, “si era fidato dei consigli della propria banca, sottoscrivendo un contratto derivato che avrebbe dovuto tutelarlo dal rischio di un rialzo dei tassi di interesse. Ma alla lunga aveva capito di essersi infilato in un’operazione tutt’altro che conveniente”.

E così è subito corso ai ripari e ha deciso di intentare causa all’istituto di credito, allora guidato da Gianni Zonin, e ora in liquidazione. Dopo sette anni di vertenza, nei giorni fa è arrivata la sentenza del tribunale civile di Udine: il giudice ha dichiarato la nullità dello swapche, avrebbe dovuto mettere Bastianich al riparo dagli sbalzi del mercato e che in tre anni aveva finito invece per erodergli quasi 300mila euro.

“Era stata proprio la sottoscrizione di due mutui ipotecari per complessivi 5 milioni di euro, chiesti dall’imprenditore per l’acquisto di un’azienda agricola in Friuli” precisa l’articolo de Il Messaggero Veneto, “a spingere la banca a proporgli l’ombrello degli swap contro il presunto imminente rialzo dei tassi d’interesse”.

Per un vizio di forma nel contratto, la banca è stata condannata a restituire a Bastianich l’intera somma, nel frattempo lievitata fino a quasi 300mila euro, dispensandolo nel contempo dal pagare l’ulteriore importo di 1,4 milioni di flussi di cassa negativi maturati sino alla fine del contenzioso. Per un salvataggio totale di circa 1,7 milioni di euro.

To Top