La vita in diretta, Tiberio Timperi e la discussione con la redazione per Cardito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 gennaio 2019 14:26 | Ultimo aggiornamento: 29 gennaio 2019 14:26
tiberio timperi

La vita in diretta, Tiberio Timperi e la discussione con la redazione per Cardito

ROMA – Tiberio Timperi e Francesca Fialdini all’inizio della puntata de La vita in diretta di ieri, lunedì 28 gennaio, sono entrati come sempre in studio insieme, ma l’applauso da parte del pubblico è stato un po’ sottotono rispetto al solito. La ragione di ciò è stata presto chiarita proprio dal conduttore: “Grazie degli applausi, ma vi avevamo chiesto di non farli gli applausi, perché l’apertura di quest’oggi è una di quelle aperture che uno non vorrebbe fare mai…”. Subito dopo Tiberio Timperi ha spiegato: “C’è stato un dibattito in redazione e ha vinto una scuola di pensiero che noi rispettiamo, perché la cronaca tiene banco, ma è una di quelle cronache brutte, veramente brutte, perché riguarda un bambino e la sorella…”.

Timperi ha poi proseguito spiegando che il bambino in questione è stato trovato immobile, sul divano, con il volto devastato: si chiamava Giuseppe e aveva 7 anni. “Così lo hanno trovato i soccorritori del 118. Sono stati minuti interminabili, passati nel tentativo di rianimarlo, ma purtroppo non c’è stato niente da fare. E’ una vicenda che lascia storditi!”. Dunque il conduttore de La vita in diretta ha aperto il primo spazio, dedicato appunto alla terribile vicenda che si è verificata a Cardito, in provincia di Napoli, dove un uomo, Tony Essoubti Badre, ha picchiato i bambini che la sua compagna ha avuto da un precedente matrimonio: il maschietto è morto, mentre la sorellina è all’ospedale in gravi condizioni.