L’Aria che tira, Claudio Amendola: “Salvini non è il più bravo ma senz’altro il più paraculo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 gennaio 2019 12:40 | Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2019 12:40
claudio amendola

L’Aria che tira, Claudio Amendola: “Salvini non è il più bravo ma senz’altro il più paraculo”

ROMA – Era la fine di marzo del 2018 quando Claudio Amendola elogiò con parole dolci il ministro dell’Interno Matteo Salvini: “E’ il politico più capace degli ultimi 20 anni, ma proprio senza ombra di dubbio”. Un’affermazione, a L’aria che tira, che aveva fatto discutere e che ora l’attore romano sembra ritrattare.

A distanza di nove mesi l’attore romano, intervenuto nella trasmissione condotta da Myrta Merlino, nella puntata del 29 gennaio, ha risposto alla giornalista che gli ha chiesto se la pensasse sempre allo stesso modo: “Salvini è stato bravissimo ancora per tanti mesi a sfruttare l’onda, a manipolarla e sdoganare alcune parole che sono diventate Verbo. Come per esempio “invasione”, che in realtà è qualcosa che non c’è. Ha imposto il nemico, un nemico che cambia a seconda del momento che viviamo. Tutto questo ha reso Salvini non il più bravo, ma senz’altro il più paracu*o. Su questo non ci sono dubbi”.

Nell’ultimo anno, non sono poche le star italiane che hanno ammesso di avere ammirazione nei confronti di Salvini, l’ultima delle quali è stata Mara Venier. Ha fatto molto discutere la dichiarazione pro-governo di Lorella Cuccarini, mentre hanno stupito non poco le dichiarazioni di stima da parte di Riccardo Scamarcio e Claudia Gerini. Il politico e le sue controverse misure anti-migranti hanno sollevato anche moltissime critiche da parte del mondo dello spettacolo, da Alessandro Gassmann a Michele Riondino e Kasia Smutniak, senza dimenticare la critica del direttore artistico di Sanremo Claudio Baglioni.