L’Aria Che Tira, Luigi Marattin gelato dal medico: “I politici dovrebbero stare zitti e venire in reparto”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Marzo 2020 10:03 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2020 10:03
L'Aria Che Tira, Luigi Marattin gelato dal medico: "I politici dovrebbero stare zitti e venire in reparto"

L’Aria Che Tira, Luigi Marattin gelato dal medico: “I politici dovrebbero stare zitti e venire in reparto”

ROMA  –  Scontro a L’Aria Che Tira tra il deputato di Italia Viva Luigi Marattin e il professor Raffaele Bruno, primario di malattie infettive del Policlinico San Matteo di Pavia.

Il politico si difende dalle accuse di tagli alla sanità e dice di non aver tempo per parlare in tv perché ha una riunione. E il medico lo gela: “I politici dovrebbero stare zitti anziché parlare di cose senza senso. Devono solo dire alla gente di stare a casa. Qui la gente muore e loro parlano di riunioni e altro. Venissero a vedere in reparto che cosa sta succedendo, non dormo da dieci giorni”.

“Non voglio fare polemica, però non sono più disposto a tollerare di sentire in tv che i politici hanno tagliato in 10 anni 37 miliardi di euro alla sanità pubblica. Secondo i dati Istat, nel 2000 i soldi pubblici al SSN erano 66 miliardi, quest’anno sono 114.5, cioè sono quasi raddoppiati in 20 anni”, aveva detto Marattin. Parole che hanno acceso la miccia, in una situazione estremamente critica per l’emergenza coronavirus, soprattutto in Lombardia. 

Il professore Raffaele Bruno, in collegamento dal suo reparto, ha replicato: “Tutti devono stare zitti e l’unica cosa che devono dire è che la gente deve stare a casa, anziché parlare di questi argomenti che non hanno senso. Io non dormo da 10 giorni. Venissero due minuti qui in reparto a vedere quello che sta succedendo. Lei, Marattin, deve stare zitto. Venga in reparto ad aiutarmi, che ci fa in videoconferenza col ministero?”. 

A quel punto Marattin ha provato nuovamente ad intervenire, “altrimenti me ne vado”. Ma ad un certo punto è stata la stessa conduttrice, Myrta Merlino, a sbottare: “Ma che c’entra, madonna, ragazzi”. (Fonte: L’Aria Che Tira)