Le Iene, psichiatra Morelli: “Weinstein? Ogni donna può diventare una prostituta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 novembre 2017 11:44 | Ultimo aggiornamento: 6 novembre 2017 11:44
morelli-iene

Le Iene, psichiatra Morelli: “Weinstein? Ogni donna può diventare una prostituta”

ROMA – “Ogni donna può diventare una prostituta”. Queste le parole di Raffaele Morelli, psichiatra italiano, in una intervista a Matteo Viviani per la trasmissione Le Iene in onda su Italia 1. Morelli ha commentato così lo scandalo che vede Harvey Weinstein, produttore di Hollywood, accusato di molestie da molte attrici.

Già nelle scorse settimane Morelli aveva rilasciato dichiarazioni che avevano scatenato polemiche sul caso Weinstein e così Viviani per Le Iene ha deciso di intervistarlo, come riporta il sito Leggo:

“In ogni donna è presente, sempre, il fatto di poter usare la seduzione per ottenere un vantaggio. Una persona che si è prostituita per il successo dopo anni si sente sporca. Ogni donna può diventare una prostituta, perché quelle attrici pensavano di poter condurre le danze”.

Secondo Morelli le attrici che hanno denunciato le molestie di Weinstein non avrebbero compreso la reale situazione:

“Non avevano capito che i produttori sono persone fredde e manipolatrici, capaci di individuare e sfruttare ogni situazione di debolezza. Weinstein, ad esempio, non cercava piacere sessuale, ma voleva solo dominare e umiliare quelle attrici in virtù del suo potere. Non è uno stupratore ma un uomo che esercita la sua azione di dominio come modalità relazionale: guardate il gelo negli occhi delle donne che gli stavano accanto. Dovrebbe ammettere i suoi problemi e rivolgersi ad un ottimo psicoterapeuta”.

Per lo psichiatra dunque non è possibile parlare di violenza sessuale da parte del produttore alle attrici:

“Non esistono donne sante, tutte mirano a ottenere vantaggi, che non sono necessariamente economici, ma anche affettivi. A 21 anni sei dentro una psicologia sognante ed in questo stato sei più facilmente preda dell’uomo dominatore. La violenza, quindi, è psicologica ma non sessuale. Ma se dovessimo portare la violenza psicologica in tribunale, sarebbe coinvolto il 90% della popolazione di un paese: casi di questo tipo sono anche dei ‘sì’ al capo quando si vorrebbe dire di no, ed è un aspetto che coinvolge anche moltissimi uomini. In questo caso bisogna sapere che qualsiasi successo si voglia raggiungere deve basarsi sulle proprie capacità”.

Per vedere il video del servizio di Le Iene su Mediaset clicca qui.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other