Le Iene, lo scherzo a Paolo Ruffini: il furto e le lacrime VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Novembre 2019 9:07 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2019 9:07
Paolo Ruffini, Le Iene

Paolo Ruffini durante lo scherzo delle Iene

ROMA – Le Iene hanno organizzato uno scherzo a Paolo Ruffini.

“Abbiamo fatto credere a Paolo Ruffini – spiegano le iene Stefano Corti e Alessandro Onnis – che uno dei suoi ragazzi con la sindrome di Down del cast di Up&Down era finito nei guai con la Polizia tanto da ammanettarlo. L’attore per difenderlo ha anche perso le staffe”.

“Presentatore, attore e regista – raccontano Le Iene – da qualche anno, Paolo Ruffini gira i principali teatri nazionali con lo spettacolo Up&Down in cui condivide il palcoscenico con 5 ragazzi con la sindrome di Down, uno affetto da autismo e uno in carrozzina”.

“Siamo andati a conoscere gli attori – continuano – e gli proponiamo di fare uno scherzo a Paolo. Abbiamo un problema non troviamo più Giacomo, gli dice la sua collaboratrice prima di uno spettacolo. È sparito uno degli attori. Iniziano a cercarlo, a telefonargli. Ma niente, sembra sparito nel nulla. Passano i minuti e anche gli altri compagni notano la sua assenza e iniziano a chiedersi dove sia”.

Finché Giacomo non viene trovato da due finti poliziotti. I due agenti arrivano da Ruffini per scrivere il verbale quando a questo punto il regista nota che Giacomo ha in tasca un portafoglio. I due agenti vogliono vederci chiaro e portano Giacomo in bagno per interrogarlo. Dopo qualche minuto Ruffini sente delle urla e scopre che il ragazzo è stato ammanettato al lavandino. Il regista perde le staffe e… e Le Iene finalmente svelano lo scherzo.

Fonte: Le Iene.

Clicca qui per guardare il servizio.